Photo Credit: https://it.uefa.com/

Beth Mead, Lena Oberdorf e Alexia Putellas sono le tre candidate al premio UEFA Women’s Player of the Year 2021/22.

La vincitrice sarà annunciata, insieme all’UEFA Men’s Player of the Year e all’UEFA Men’s e Women’s Coach of the Year, durante la cerimonia di sorteggio della fase a gironi di UEFA Champions League 2022/23, che si terrà a Istanbul giovedì 25 agosto.

Candidate UEFA Women’s Player of the Year
Beth Mead (Arsenal/Inghilterra)
L’attaccante esterna di destra ha vissuto una stagione spettacolare con l’Arsenal, con 14 gol e 19 assist, ma è con l’Inghilterra che si è distinta ulteriormente. Prima di UEFA Women’s EURO 2022 aveva già raggiunto il record di 14 gol stagionali con la nazionale del suo paese e durante le fasi finali Mead ha eguagliato il record di sei gol, guadagnandosi il titolo di Miglior Giocatrice del Torneo e Miglior Marcatrice nello storico trionfo continentale dell’Inghilterra.

Lena Oberdorf (Wolfsburg/Germania)
A soli 20 anni, Oberdorf è già una delle migliori centrocampiste al mondo, in grado di giocare anche in difesa. Ha avuto un ruolo cruciale nella conquista del double nazionale da parte del Wolfsburg e nel raggiungimento delle semifinali di UEFA Women’s Champions League, a spese di Chelsea e Arsenal, ed è stata poi fondamentale nel cammino della Germania fino alla finale di UEFA Women’s EURO 2022. Oderdorf è stata nominata Miglior Giovane del Torneo.

Alexia Putellas (Barcellona/Spagna)
Vincitrice del premio nella scorsa stagione, Alexia ha ulteriormente accresciuto la sua fama nel 2021/22. Con 34 gol, ha vissuto la stagione più prolifica della sua carriera di club, facendo incetta di trofei in patria con il Barcellona e raggiungendo la finale di UEFA Women’s Champions League. Il gol di Alexia non è bastato a evitare la sconfitta per 3-1 contro il Lione, ma le ha permesso di chiudere con 11 gol e di essere nominata Miglior Giocatrice della Stagione e Miglior Marcatrice. L’infortunio al crociato anteriore alla vigilia di UEFA Women’s EURO 2022 le ha impedito di partecipare al torneo.

Il resto della top 20
4 Alex Popp (Wolfsburg/Germania) – 35 punti
5 Aitana Bonmatí (Barcellona/Spagna) – 25 punti
6 Keira Walsh (Manchester City/Inghilterra) – 18 punti
7 Leah Williamson (Arsenal/Inghilterra) – 17 punti
8= Ada Hegerberg (Lione/Norvegia) – 12 punti
8= Wendie Renard (Lione/Francia) – 12 punti
10 Lina Magull (Bayern Monaco/Germania) – 10 punti
11 Delphine Cascarino (Lione/Francia) – 9 punti
12= Amandine Henry (Lione) – 8 punti
12= Mapi León (Barcelona/Spagna) – 8 punti
14 Tabea Wassmuth (Wolfsburg/Germania) – 6 punti
15= Mary Earps (Manchester United/Inghilterra) – 5 punti
15= Selma Bacha (Lione/Francia) – 5 punti
17= Sakina Karchaoui (Paris Saint-Germain/Francia) – 4 punti
17= Marie-Antoinette Katoto (Paris Saint-Germain/Francia) – 4 punti
19 Merle Frohms (Eintracht Frankfurt (ora Wolfsburg)/Germania) – 2 punti
20 Fridolina Rolfö (Barcellona/Svezia) – 1 punti
21= Christiane Endler (Lione/Cile)
21= Marina Hegering (Bayern Monaco (ora Wolfsburg)/Germania)

Cos’ è il premio UEFA Women’s Player of the Year?
Per questo premio, le giocatrici che militano in Europa, indipendentemente dalla loro nazionalità, sono state giudicate in base alle loro prestazioni durante l’intera stagione in tutte le competizioni – sia nazionali che internazionali – a livello di club o di squadra nazionale.

Come sono state selezionate le giocatrici?
Il gruppo di studio tecnico UEFA ha selezionato una rosa inziale di 22 giocatrici.
Le prime tre classificate sono state votate da una giuria composta dai seguenti membri:

• Gli allenatori dei 16 club che hanno partecipato alla fase a gironi della UEFA Women’s Champions League 2021/22
• Gli allenatori delle 16 squadre che hanno partecipato a UEFA Women’s EURO 2022
• Un gruppo di giornalisti selezionati dall’European Sports Media (ESM)

I membri della giuria hanno scelto le loro tre migliori giocatrici: la prima ha ricevuto cinque punti, la seconda tre e la terza uno. Gli allenatori non potevano votare giocatrici della propria squadra.

Le vincitrici del passato
2021: Alexia Putellas (Barcellona/Spagna)
2020: Pernille Harder (Wolfsburg/Danimarca)
2019: Lucy Bronze (Lione/Inghilterra)
2018: Pernille Harder (Wolfsburg/Danimarca)
2017: Lieke Martens (Linköping/Paesi Bassi)
2016: Ada Hegerberg (Lione/Norvegia)
2015: Célia Šašić (Frankfurt/Germania)
2014: Nadine Kessler (Wolfsburg/Germania)
2013: Nadine Angerer (Frankfurt/Germania)