Sicuramente una giornata storica, per le Juventus Women. Stasera, infatti, è cominciata l’avventura delle bianconere nella fase a gironi della Uefa Women’s Champions League: la prima volta dalla nascita della squadra femminile della Juventus. Allo “Stade de Genève”, la compagine di Montemurro ha inaugurato il girone A, di cui fanno parte anche Chelsea e Wolfsburg, superando per 3 a 0 il Servette.

Servette e Juventus si erano già affrontate, in amichevole, prima dell’inizio del campionato e le bianco-nere, contro la formazione campione di Svizzera, aveva già dominato vincendo 4-1. In questa fredda sera di Ginevra è iniziata un’altra storia: la Champions League, che da quest’anno ha cambiato il proprio format, e che vede la prima volta in programma i gironi.

 La finale che si giocherà all’Allianz Stadium di Torino è certamente un motivo in più per le ragazze di Joe Montemurro per provarci. Anche se, onestamente, sarà davvero molto dura e difficile arrivare in fondo alla manifestazione. Ci sono squadre fortissime, che investono tanto nel movimento femminile. La società di Agnelli, comunque, è quella che maggiormente ci sta provando, e questo straordinario risultato, ne è la prova.

Joe rinucia, dal primo minuto a quattro sue “big”, mettendo in campo Staskova, Zamanian e la ritrovata Lenzini, lasciando in panchina Bonansea, Girelli e Cernoia (che entrerà nel secondo tempo) ma con un modulo 4-3-2-1 molto efficacie. Il tecnico degli svizzeri Eric Sévérac, dopo tre vittorie nel suo campionato, schiera il 4-2-3-1 e vuole fare bella figura contro le Piemontesi pur sapendo che la Champions è ben diversa dal campionato. Il gioco della Juventus è stato molto collettivo, dove si è visto un primo tempo in netto suo favore, che nonostante un rigore sbagliato (o meglio respinto da un grande portiere della Servette) ha pressato, segnato e messo la formazione di Severac in seria difficoltà.

Al termine della prima frazione un solo tiro ha impensierito la porta Juventina per il resto è stato un assedio. Sicuramente il risultato finale poteva essere anche di maggior entità, visti gli innumerevoli tiri in porta e le occasioni sotto rete calciate di poco a lato, ma la squadra vista sul campo stasera ha convinto e meritato la vittoria.

Adesso, dopo la gara interna di campionato contro il Napoli, ci sarà lo scontro vero: quello allo ” Allianz Stadium” contro il Chelsea. In tale occasione ci sarà da dimostrare il vero carattere, la vera forza bianco-nera, e se le ragazze sono veramente pronte per proseguire il cammino vincente in questa avventura.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here