Il capitano binco-nero, Sara Gama dopo la prestigiosa vittoria che ha visto la sua squdra imporsi sull’ Olympique Lyonnais per 2 a 1 in una serata magica di Champions League allo Stadium di Torino, in conferenza stampa ha dichiarato: “Questa sera si è vista la compattezza del gruppo, con sacrificio una per l’altra, ed abbiamo creduto con umiltà del collettivo che se stiamo unite possiamo fare grandi cose.

In campo si sono viste due partite, o meglio due Juventus, in campo: un primo tempo dove la pressione avversaria ed il vantaggio del Lione ha prodotto più gioco fluido per le avversarie; poi una ripresa con ben altro piglio che ha ribaltato la situazione, complice anche l’espulsione di una giocatrice transalpina, ma con più fluidità negli scambi e molta più convinzione nel risultato finale.

“ A mano mano che andavamo avanti, forse dopo che loro sono andate in vantaggio, noi ci siamo un pò sciolte, prosegue Sara, anche nel primo tempo ci sono stati degli spazi con la riconquista della palla ma che non siamo state brave ad sfruttare meglio, pero devo dire che piano piano con la ripresa del gioco, del secondo tempo, abbiamo preso sempre più confidenza ed abbiamo raccolto i frutti del nostro lavoro sul campo. La fame di vincere ha superato l’esperienza delle avversarie, e questa si è visto usando la testa ed è bello per noi tutte continuare l’avventura poichè queste gare sono dei palcoscenici bellissimi”.

Dopo questa impresa straordinaria il clima dello spogliatoio era alle stelle, dichiara Gama, ed adesso il pensiero è già alla gara di ritorno di Lione. “Siamo contente, questa è la prima volta che le battiamo, ricordiamoci che è una squadra che ha vinto cinque Champions League di fila e pertanto è tra il meglio del calcio mondiale e quindi siamo felicissime e consapevoli che ci lasciamo un pò di festeggiamenti per questa serata, e poi testa al campionato per la sfida contro l’Inter, e poi anche se si può sognare per il ritorno occorre ancora lavorare”.

Nella gara del ritorno in Francia si giocherà il passaggio turno, e le ragazze di Sonia Bompastor saranno ancora più agguerrite, pertanto conclude il capitano: “Bisognerà giocare con gli stessi ingredienti: la stessa compattezza, la stessa voglia di aiutarsi, e conterà molto il lavoro che faremo in questi giorni per arrivare da loro pronte, e poi il resto sarà un percorso che viene da solo, chiunque arriva a questo livello ha raggiunto grandi risultati e poi chi passerà il turno è perché lo avrà meritato. Il nostro era un girone di ferro ed il passare il turno per noi è già stato un grande risultato, il batterle questa sera ha stupito più loro che noi, ed adesso ripeto occorrerà proseguire su questa strada”.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.