Credit Photo: San Marino

La San Marino Academy è tornata alla vittoria dopo il down trascorso dall’inizio della nuova stagione. Il passo in avanti (dato sì da un tiro di Marengoni nell’ultimo match col Trani ma lo sprint è dell’intera compagine) spalanca la porta ad un cambiamento che si spera svelerà la forza e la preparazione delle atlete biancoazzurre. La giovanissima ex gigliata ed attuale centrocampista della squadra delle titane Gaia Bolognini ci ha concesso qualche battuta parlando del momento della squadra.

Gaia quanto è stato importante per il morale e la classifica il successo per 1 a 0 raggiunto prima della sosta con l’Apulia Trani?
È stato davvero importante portare a casa i tre punti con il Trani, non era una partita scontata come in tanti pensavano, ma abbiamo lavorato bene in settimana e meritavamo questo risultato. È servito molto per il morale della squadra: era importante tornare ad allenarci con il sorriso, soprattutto dopo un periodo abbastanza difficile“.

In che modo state sfruttando questa pausa e cosa vi aspettate dal match con un Cesena lanciatissimo?
Stiamo sfruttando al meglio la pausa per migliorare sugli aspetti che sono mancati in queste ultime settimane. Ci aspettano partite importanti già decisive; sarà molto tosto il derby con il Cesena, che è una squadra con grandi qualità. Tuttavia noi non siamo da meno e lo dimostreremo“.

Quali sono gli obiettivi stagionali prefissati e quali quelli che maggiormente vorreste raggiungere sia a livello personale che di squadra?
Noi puntiamo a dare il massimo in ogni gara e a far uscire il nostro meglio. Sono sicura che se questo viene fatto possiamo arrivare in alto e toglierci molte soddisfazioni. A livello personale vorrei contribuire il più possibile ad aiutare la squadra e crescere giorno dopo giorno, soprattutto migliorando i miei punti deboli“.

A tuo avviso quale è stata la difficoltà maggiore che avete incontrato fino ad ora e quale l’aspetto dove avete fatto meglio?
La più grande difficoltà è stata sicuramente il non capire inizialmente le nostre potenzialità e di conseguenza non avere fiducia e consapevolezza di quello che si stava facendo. Siamo state brave però ad unirci nei momenti di difficoltà e a trovare insieme ai mister la chiave giusta per affrontare questo campionato di livello“.

Se potessi rivivere un solo momento già vissuto con la squadra, quale sarebbe?
Uno dei momenti che vorrei rivivere è il giorno della nostra prima vittoria in campionato, alla quale ho contribuito con il mio primo goal venuto dopo un periodo difficile a causa di un piccolo stop che mi ha impedito di scendere in campo per qualche settimana“.

Come valuti fino ad ora questo campionato di Serie B? Sarà un campionato tirato fino alla fine sia in testa che in coda?
Come mi aspettavo, il campionato di serie B è di alto livello: ogni squadra è ben attrezzata e nessuna partita è scontata. Mi aspetto un campionato fino alla fine combattuto, sia per la promozione in serie A sia per la retrocessione“.

Nata a Cagliari, del '97. Perito industriale capotecnico, insegnante tecnico pratica di chimica con il calcio e la pallavolo nel cuore fin da quando ero bambina. Difficilmente mi perdo una partita (di genere maschile o femminile che sia): con le ragazze della nazionale femminile ho imparato ad apprezzare ancora di più questo sport. Quella per la musica è un'altra mia forte passione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here