Photo Credit: Giorgia Zanaboni

La Doverese è partita col piede giusto nel campionato lombardo di Eccellenza, visto che occupa la seconda piazza con sedici punti, a due dalla capolista Monterosso, e legittimata grazie al successo esterno ottenuto di misura, nella sesta giornata, contro il Minerva Milano. Autrice del gol decisivo è stata Giorgia Zanaboni, centrocampista classe ’02 e veste la maglia giallonera per il secondo anno di fila. La nostra Redazione ha raggiunto Giorgia per risponderci ad alcune domande.

Giorgia perché hai scelto il calcio? E perché hai deciso di diventare una centrocampista?
«Ho iniziato a giocare a calcio molto presto seguendo mio fratello al campo, poi lui ha smesso mentre io ho deciso di continuare. Quella del centrocampista è stata una scelta degli allenatori che nel corso degli anni mi hanno allenata, e hanno capito che quello era il ruolo più adatto a me».

Com’è stato il tuo percorso calcistico?
«Ho giocato insieme ai maschi fino all’età degli Esordienti, per poi passare per due anni al Fanfulla Femminile, tre anni alla Riozzese, un anno al Crema, quello del Covid, e infine dall’anno scorso sono alla Doverese».

Cosa ti ha convinto, due anni fa, a far parte della Doverese?
«Subito dopo il primo colloquio ho capito che avrei trovato un ambiente positivo e sereno che mi avrebbe dato le soddisfazioni che stavo cercando».

Sono passate sei giornate e la Doverese è seconda. Ti immaginavi questa partenza?
«Fin dall’inizio della stagione mi sono resa conto del potenziale di questa squadra, quindi mi aspettavo dei buoni risultati».

Domenica è arrivato il successo in casa del Minerva Milano. In che modo è stata ottenuta la vittoria?
«Dopo il gol segnato nei primi minuti abbiamo mantenuto il risultato fino alla fine, purtroppo senza riuscire a concretizzare le diverse occasioni create e impegnandoci a contrastare gli attacchi delle avversarie».

Tra l’altro tu hai segnato la rete decisiva. Che sensazioni hai provato dopo aver fatto gol?
«Siccome non sono solita segnare molti gol, sono stata molto contenta soprattutto perché è stato il gol della vittoria».

Tra pochi giorni ci sarà lo scontro diretto per la vetta del campionato contro il Monterosso. La squadra come sta lavorando in vista di questo match? Cosa vuoi dire alle tue compagne in vista di questa gara?
«Per la gara contro il Monterosso ci stiamo preparando con impegno come per le altre partite, consapevoli del fatto che sia una squadra ostica e con buone qualità. Sarà sicuramente una bella sfida, non ci faremo intimorire, io e le mie compagne daremo il massimo».

Come valuti il campionato di Eccellenza dopo quest’inizio di stagione?
«Mi è sembrato competitivo e in alcuni casi stimolante. Dà la possibilità di misurare i propri limiti e potenzialità».

Che impressioni hai sul calcio femminile lombardo?
«È sicuramente cresciuto molto ed è di ottimo livello rispetto ad altre regioni».

Com’è la tua vita al di fuori del rettangolo di gioco?
«Gran parte delle mie giornate è occupata dallo studio perché frequento l’università, ma mi piace anche fare qualche viaggetto quando riesco».

Quali sono i tuoi obiettivi futuri?
«In questo momento mi viene difficile pensare al futuro, preferisco concentrarmi sul presente cercando di dare il massimo in tutti gli ambiti».

La Redazione di Calcio Femminile Italiano ringrazia la Doverese Calcio Femminile e Giorgia Zanaboni per la disponibilità.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.