La nostra Nazionale Azzurra, dopo essere in testa al girone di qualificazione per i prossimi Mondiali di Australia e Nuova Zelanda, ed in attesa dei due ultimi decisivi scontri che ci saranno a settembre, si prepara per la partecipazione ad Euro 2022 in Inghilterra.

Nella delegazione di Milena Bertolini troviamo molte giovani promesse che la CT valorizza molto e conta per il futuro della nostra Nazionale.

Maria Luisa Filangeri, classe 2000, siciliana è il difensore del Sassuolo che ha debuttato con la maglia azzurra a giugno 2021 nell’amichevole vinta a Wiener Neustadt contro l’ Austria. Lo scorso Aprile ha avuto l’onore di scendere in campo al Tardini di Parma nella vincente gara contro la Lituania.

Il suo avvicinamento al calcio è stato all’età di 7-8 anni, ci confessa Maria Luisa: “grazie a mia zia che mi ha portato a provare questo sport a Montelepre, dove ho iniziato dalla scuola calcio, fino al 14 anni. Dopo sono passata allo “Ludos Palermo” che militava nel campionato di serie B Nazionale. All’età di 17 anni sono, poi, approdata all’ Empoli per giocare il mio primo campionato di Serie A e dopo alla Florentia San Giminiano dove ho trovato anche la gioia della rete nella massima serie”.

“Le giovanili azzurre hanno segnato il mio percorso professionale con uno stage a Norcia che mi ha portato alla mia prima volta in Nazionale Under 16, da qui ho avuto la possibilità di confrontarmi con tante altre ragazze che giocavano in Serie A femminili, ed è stata una ottima esperienza. Successivamente vi è stato l’ Under 17 e poi la 19”.

La sua prima convocazione in Nazionale maggiore del 2021 per Maria Luisa Filangeri è stata una emozione fantastica, come lei stessa confessa: “E’ stata una emozione indescrivibile perché non me lo aspettavo ed è stato bellissimo a far parte di questo gruppo di ragazze. Indossare la maglia azzurra per me è sempre un onore ed una emozione, sia in allenamento che in una gara ufficiale, dove bisogna sempre dare il massimo poiché è un senso di responsabilità verso tutte le mie compagne, verso i tifosi e chi ha creduto in me”.

“Il mio obbiettivo futuro è quello di crescere, di migliorare giorno dopo giorno perché sono ancora giovane e credo di dover imparare ancora tanto, questo è il mio ambiente e qui voglio trovare il tempo per imparare dalle più brave di me. Sicuramente tra poco ci sarà l’ Europeo e voglio fare il massimo per essere nella lista che partirà per questo fantastico evento e farò il massimo per arrivarci”.

Nell’attesa di vedere la giovane 22enne collaborare sul rettangolo verde, con le sue compagne Nazionali, nel sogno che lei chiama “Euro2022” le facciamo la promessa di raccontare ancora tante sue belle giocate che la porteranno al vertice di questo nostro movimento.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.