La Juvenilia Fiammamonza, grazie all’acquisizione del titolo sportivo della Speranza Agrate, disputerà il Girone A di Serie C 2021/22, e vuole essere parte integrante del prossimo campionato: per questo abbiamo raggiunto con i nostri microfoni il Vicepresidente della società brianzola Sergio Paleari.

Sergio cos’è per lei essere un dirigente della Juvenilia Fiammamonza?
«Io ho giocato e allenato nella Juvenilia sin da quando ero ragazzino, e poi io, insieme ad un gruppo di amici, abbiamo preso in mano questa società e lo stiamo facendo con questo entusiasmo».

La Juvenilia Fiammamonza è nata nel 2013 dalla fusione tra Juvenilia e Fiammamonza: perché è stato fatto questo passo?
«Conoscevamo la presidentessa Levati e vedere una società gloriosa come il Fiammamonza finire in quel modo, quindi abbiamo deciso di prendere questa società e ci sta dando soddisfazioni».

Quest’anno si torna a parlare di Serie C grazie all’acquisto del titolo sportivo della Speranza Agrate: come mai avete fatto questa scelta?
«Abbiamo fatto un paio di anni tribolati e adesso abbiamo avuto questa opportunità di tornare nel calcio nazionale e alla fine l’abbiamo colto».

Come sarà il Fiammamonza 2021/22?
«Abbiamo preso il blocco che proveniva dalla Speranza Agrate insieme ad alcune presenti della stagione precedente e ad altri nuovi arrivi. Tutto questo è stato possibile grazie al lavoro del Direttore Sportivo Oliviero Gritti e del Team Manager Stefano Sesti. Abbiamo una buona squadra per fare un buon campionato».

Come lo ha visto il Girone A di Serie C?
«Pensavamo di trovare squadre venete e invece hanno messo Arezzo, Perugia e Ternana. Saranno trasferte impegnative. Non conosco le squadre, quindi aspetto le prime cinque-sei giornate per vedere quali saranno i valori».

Sul Settore Giovanile come sta procedendo la società?
«Abbiamo una Juniores che penso farà molto bene, poi abbiamo alcune squadre».

Significativo per voi la collaborazione con il club di Serie B del Monza.
«In virtù della collaborazione col Monza abbiamo dato a loro due formazioni giovanili, per il futuro vedremo».

Cosa pensa del calcio femminile lombardo?
«Penso sia in evoluzione, perché stanno nascendo tante squadre».

Quali sono i sogni che vuole ancora realizzare come Vicepresidente della Juvenilia Fiammamonza?
«A livello maschile speriamo avere qualche risultato positivo (ha una formazione che gioca in Prima Categoria, ndr), mentre sul femminile vogliamo riportare il Fiammamonza dove merita di stare».

La Redazione di Calcio Femminile Italiano ringrazia la SC Juvenilia Fiammamonza e Sergio Paleari per la disponibilità.

Photo Credit: Sergio Paleari

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.