Il Como comanda ancora la classifica della Serie B grazie alla vittoria ottenuta in casa del Brescia: la rete dei tre punti l’ha messa su punizione Silvia Vivirito, centrocampista classe ‘90 e punto di riferimento della rosa lariana.

Silvia come ti stai trovando con il Como?
«Mi sto trovando bene: sono qui dallo scorso anno, e la promozione in Serie A passano da partite difficili come quella affrontata contro il Brescia. Stiamo lavorando e vedremo».

Cosa pensi di questa Serie B?
«Le riforme fatte negli anni precedenti stanno portando i frutti: abbiamo una Serie B nazionale, di alto livello, competitiva, stimolante. Ogni partita non è scontata, divertente, ma allo stesso tempo molto dura».

Secondo te come si può migliorare il calcio femminile italiano?
«Ci sono ancora tante idee positive, però bisogna metterle in pratica e velocizzarle. Siamo sulla strada giusta, piano piano si fanno tante piccole cose e a piccoli passi, però bisogna farle, per esempio il passaggio del calcio femminile al professionismo».

Che persona sei fuori dal campo?
«Fuori dal campo sono una persona istintiva, socievole e solare. Mi danno sempre meno anni di quello che ho, Questo è ciò che mi sento di descrivermi».

La Redazione di Calcio Femminile Italiano ringrazia il Como Women e Silvia Vivirito per la disponibilità.

Photo Credit: Elia Soregaroli

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.