Seconda sconfitta stagionale per il Brescia Calcio Femminile che, nella decima giornata di Serie B, perde 2-1 contro la capolista Como: le lariane hanno vinto con merito, ma le ragazze di Bragantini hanno comunque tenuto testa a una delle formazioni candidate alla vittoria del campionato.

Le Leonesse, dopo quattro minuti, passano subito in vantaggio: punizione battuta da Brayda, nella mischia Previtali prende il pallone e trafigge di sinistro Russo per la rete dell’1-0. Il Como reagisce subito e all’ottavo Vivirito approfitta di un rimpallo della difesa bresciana, ma calcia alto. Al 22’ comasche vicine al pari con Ambrosetti che sfugge alla marcatura, ma Gilardi para il suo tiro. Alla mezz’ora Rizzon subisce un brutto infortunio alla spalla destra, tanto che due minuti dopo il difensore lariano viene sostituita da Dubini. Al minuto 41’ altra occasione lariana con Pellegrinelli su suggerimento di Ambrosetti, con la conclusione che colpisce il palo esterno.

La ripresa inizia dove aveva finito, ovvero con una conclusione lariana: il tiro è di Ambrosetti che si rivela facile per Gilardi. Al 50’ punizione di Ferrario che finisce sulla barriera, sula ribattuta Pellegrinelli conclude male. Otto minuti dopo arriva il pari comasco: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Pellegrinelli brucia la difesa biancoblu e di destra realizza il gol dell’1-1. La Leonessa non ci sta e qualche istante dopo si riaffaccia in attacco con il diagonale di Assoni che termina a lato. La partita del Brescia si riaccende e al 63’ va vicino al 2-1 col tiro di Ghisi su assist di Farina che finisce fuori di un soffio. A undici minuti dalla fine il Como passa in vantaggio lariano: su un dubbioso calcio di punizione Vivirito piazza la palla alle spalle di Gilardi che tocca, ma non basta ad evitare il gol del 2-1. All’83’ fa il suo debutto con la maglia del Como Marta Varriale. A cinque minuti dalla fine piove sul bagnato per il Brescia che perde, a causa di una botta ricevuta sullo sterno, Denise Brevi. Nel primo dei cinque minuti di recupero biancoblù ad un passo dal 2-2: palla per Massussi che conclude, però Cascarano salva sulla linea, e sulla prosecuzione dell’azione ci prova Luana Merli, ma Cascarano salva ancora il Como, e il Brescia manda giù il secondo boccone amaro in cadetteria.

Soddisfatta della gara la giovanissima Aurora Gilardi: «Secondo me nel primo tempo abbiamo fatto bene, tenuto il campo senza correre grossissimi rischi. Nella ripresa il Como è venuto fuori e si vedeva che ne avevano un po’ di più rispetto a noi. Noi non abbiamo mai mollato e nonostante la sconfitta abbiamo dimostrato grande carattere».

Contenta per aver realizzato il gol vittoria Silvia Vivirito: «Sapevamo che la gara sarebbe stata difficile, visto che era davanti a noi un solo punto. Abbiamo giocato su un campo avverso dalle condizioni climatiche, ma alla fine abbiamo portato a casa i ter punti. Punizione dubbiosa? Penso che c’era il fallo»

BRESCIA: Gilardi, Brevi, Locatelli, Galbiati, Assoni (81’ Pasquali), Barcella (58’ Ghisi), Magri (81’ Massussi), Cristina Merli (58’ Farina), Previtali, Luana Merli, Brayda (71’ Parsani). A disp: Cogoli, Verzelletti, Martino, Viscardi. All: Bragantini.
COMO: Russo, Vergani, Cascarano, Rizzon (32’ Dubini), Franco, Ambrosetti (83’ Varriale), Ferrario, Vivirito, Fusar Poli, Pellegrinelli (68’ Cama), Rognoni. A disp: Bettineschi, Bianchi, Roventi, Badiali, Segalini, Gomez Olivares. All: Wergifker.
ARBITRO: Muccignato di Pordenone.
MARCATRICI: 4’ Previtali (BRE), 58’ Pellegrinelli (COM), 79’ Vivirito (COM).
AMMONITE: Franco (COM).

Photo Credit: Elia Soregaroli

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.