In questo inizio di stagione il Tavagnacco ha visto sbloccarsi quasi tutte le proprie punte. Si attendono ora test più complicati. Domenica alle 15 in casa c’è il Cortefranca.

E’ stato un Tavagnacco d’attacco quello di queste prime gare stagionali. L’anno scorso in molte circostanze le gialloblù hanno raccolto meno di quanto seminato, colpa anche delle troppe occasioni da rete sbagliate. Ora il trend sembra cambiato, le ragazze si stanno dimostrando più fredde davanti alla porta avversaria. Questione di maggiore serenità? Può essere, indubbiamente giova l’anno di esperienza in più rispetto alla scorsa annata.
Dalla parte opposta del terreno di gioco le friulane hanno trovato il Cesena e due neopromosse: Palermo e Pro Sesto. Contro le romagnole ci ha pensato Tuttino a pareggiare i conti. Le due sfide terminate con un punteggio ampio hanno fatto bene al morale dato che si sono sbloccate quasi tutte le attaccanti. Escludendo Grosso (abile negli inserimenti senza palla) e Veritti (bravissima a staccare di testa sui corner), le altre reti nelle ultime due giornate sono arrivate dalle punte.

Nel 5-0 rifilato al Palermo ha aperto le marcature Ferin finalizzando una bellissima azione avviata da Caneo e proseguita con un cross al bacio di Toomey. Il raddoppio è arrivato su corner con il colpo di testa vincente di Abouziane. Dopo la rete di Grosso, si è scatenata Kongouli a coronamento di una grande prova individuale conclusasi con la doppietta personale.

Sempre l’attaccante greca si è ripetuta in Lombardia contro la Pro Sesto toccando il traversone di Ferin e portando in vantaggio le gialloblù. Non ha ancora trovato il gol Devoto che, però, è entrata con il piglio giusto domenica scorsa difendendo molti palloni e facendo salire la squadra prima di mandare in porta la sua compagna di reparto Abouziane per lo 0-3. A Cinisello Balsamo è arrivata gloria anche per Gianesin con un destro a giro all’incrocio per il poker.

Insomma, tante soluzioni (palle inattive comprese) sulle quali si sta lavorando sui campi di allenamento di Adegliacco. E se mister Rossi dice che ci sono ampi margini di miglioramento sotto il profilo della manovra offensiva, c’è da credergli. La squadra è attesa da esami contro avversari più forti. Domenica in casa alle 15 c’è il Cortefranca, la neopromossa che è partita meglio in questo campionato e che ha messo in difficoltà il Ravenna lo scorso weekend. Serviranno delle conferme per far sì che Tavagnacco e attacco non restino solo due parole che fanno rima.

Credit Photo: Tavagnacco Femminile

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here