2° Giornata di ritorno della Serie A Femminile, al Bozzi si affrontano Fiorentina Women e AC Milan sotto la direzione del Sig.Michele Delrio (Reggio Emilia), con gli Assistenti i Sigg. Cravotta (Città di Castello) e Voytyuk (Ancona). Calcio di inizio ore 12:30, diretta tv su Sky Sport e su Twitter Fiorentina Women’s FC @acf_womens.

Formazioni iniziali:
FIORENTINA WOMEN’S FC: Ohrstrom, Guagni, Tortelli, Agard, Philtjens, Adami (1′ st Vigilucci), Parisi (41′ st Catena), Breitner, Bonetti, Clelland, Mauro (35′ st Jaques). A disposizione: Durante, Fedele, Kongouli, Fusini. All.Antonio Cincotta

AC MILAN: Korenciova, Amaral Mendes, Alborghetti, Fusetti (Espulsa al 34′ pt), Bergamaschi, Sabatino, Giugliano, Heroum, Giacinti, De Moraes, Tucceri. A disposizione: Ceasar, Carissimi, Capelli, Zigic, Cacciamali, Longo, Coda. All.Carolina Morace.

Risultato finale 4-0 (35’pt Parisi RIG, 8′ e 30′ st Bonetti, 32′ st Guagni)

 Il match prometteva spettacolo e così è stato. Scoppiettante il primo tempo tra Fiorentina e Milan al Bozzi, chiuso sull’1-0 per la squadra di casa. La Viola inizia subito aggressiva e si riversa nella metà campo rossonera arrivando a rendersi pericolosa già al 3′ minuto quando Mauro chiude l’assist di Clelland sul primo palo, sfiorando il vantaggio. Risposta immediata del Milan, al 13′ lancio lungo per Sabatino che viene stesa da Ohrstrom al limite dell’area: cartellino giallo e calcio di punizione. Il Milan inizia a prendere le misure, e va più volte vicina al vantaggio. L’occasione più clamorosa si presenta alla mezz’ora sui piedi di Giacinti che ben innescata da Thaisa si trova a tu per tu con Ohrstrom ma apre troppo il piede e sbaglia clamorosamente.Nel momento migliore delle ospiti arriva il vantaggio viola. Percussione di Clelland sulla destra, pallone nel mezzo per Bonetti che colpisce a botta sicura ma trova l’opposizione di Fusetti. Per il Sig.Delrio è calcio di rigore ed espulsione per Fusetti che lascia le compagne in 10. Dal dischetto va Parisi e non sbaglia:1-0 Fiorentina.Passano appena due minuti e Giacinti avrebbe nuovamente la palla del pareggio sui piedi ma ancora una volta mette a lato.All’inizio della seconda metà la Viola allunga ancora: rinvio sbagliato di Korenciova direttamente sui piedi di Bonetti, che non ci pensa due volte e porta il risultato sul 2-0. Il Milan non riesce a reagire e la Viola insiste, al quarto d’ora goal annullato a Mauro per posizione irregolare. La rete arriva lo stessoal 30′, ed è ancora Bonetti a gonfiare la rete al termine di un’azione corale offensiva perfetta. Le rossonere tentano un sussulto finale con Alborghetti, il suo tiro però va a lato di poco. Solo Viola poi, con Guagni che di testa trova la traiettoria su assist di Clelland e firma il 4-0. C’è spazio anche per un ultimo brivido quando Guagni lanciata a rete a tu per tu con Korenciova trova il palo a negarle la doppietta. Al Bozzi finisce 4-0, la Fiorentina rosicchia tre punti al Milan in attesa del recupero con il Bari che potrebbe valere il sorpasso in classifica.

Soddisfazione enorme, sia personale che per collettiva perché oggi abbiamo giocato una delle nostre migliori gare” – questo il commento di Tatiana BonettiSiamo esaltate, ci godiamo la vittoria oggi poi però domani già testa al prossimo match. Non dobbiamo commettere passi falsi e giocare ogni match come una finale se vogliamo sorpassare le squadre davanti a noi. I miei gol? Ci ho creduto senza pensarci, mi sono messa a disposizione della squadra per essere pronta e sfruttare le occasioni. Così è stato, volevo vincere e non ho pensato a nient’altro“.

Mister Cincotta parla dalla sala stampa del Bozzi: “È una vittoria che ci riporta nei piani più alti della classifica, una vittoria nello scontro diretto che ci fa capire che la Fiorentina potenzialmente non è seconda a nessuna. L’espulsione di Fusetti? Queste sono partite caratterizzate dagli episodi, non mi dimentico di quello che è successo all’andata per cui guardo alla prestazione delle mie ragazze che sono state in grado di adattarsi ad un match 11 vs 11 e 11 vs 10. Il fatto che siano state ben tre le marcatrici è il segno di una grande coesione di gioco, non ci affidiamo solo ai colpi di una singola. Avevamo acquistato un buon ritmo nel 2019, adesso ci sarà la sosta ma non vogliamo alibi, guardiamo alla prossima partita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here