La 16esima giornata di Serie A Tim è stata caratterizzata da gare emozionanti. Su tutte predomina il match Juventus-Roma, con tante occasioni in campo. La Juventus passa avanti al 10’ con Girelli, autrice di un bel colpo di testa sul quale arriva Soffia, questa tenta di allontanare via la palla che, però, entra in porta. Al 25’ ecco poi una chance per la Roma grazie a Paloma Lazaro, che cerca di tirare dall’altezza del dischetto ma non inquadra bene la porta e la sua conclusione finisce di poco al lato della porta di Peyraud-Magnin. Ancora chiamata in causa la numero uno bianconera, quando Serturini dal limite dell’area fa partire un destro a giro, ma i guantoni di Peyraud-Magnin prolungano il pallone oltre il fondo. 

Nella ripresa la Roma si impegna più delle bianconere e tenta di riagguantare il risultato e tenere il passo in classifica della Juventus che è prima. Passa un’ora di gioco quando al 61’ Paloma Lazaro riporta la situazione in parità. E’ questo il sesto goal in campionato per la numero 29 della Roma, che non sbaglia con il sinistro. Giugliano poi prova a trovare la rete dell’1-2 dalla distanza, ma Peyraud-Magnin risponde e rimprovera le compagne. Nella Roma ci prova anche la Glionna che, però, non inquadra lo specchio. La Juve c’è sempre e le lupacchiotte rischiano con la punizione di Boattin, questa con una traiettoria insidiosa costringe Ceasar ad un intervento che manda la palla oltre il fondo. La gara, alla fine, termina 1-1. Il pareggio fa interrompere alla Roma una serie di 9 successi consecutivi in Serie A, mentre la Juventus non trova la vittoria in due gare consecutive nel massimo campionato. In cima alla classifica rimane tutto invariato, con 3 punti di distacco tra le due squadre. Le bianconere vanno a quota 41 e le giallorosse a 38. Così le lupacchiotte, purtroppo, non riescono nell’impresa di battere la prima della classe, ma comunque sono state bravissime a non perdere ulteriore terreno nelle parti alte della classifica, anche in virtù della sconfitta del Sassuolo e del pareggio del Milan.  

Le ragazze di Mister Spugna non hanno sicuramente giocato la loro migliore partita, forse tradite anche dalla tensione e dalle aspettative che tutti riponevano in loro come anti Juventus, a partire dalla difesa che da sempre era stata una delle loro armi in più, ma purtroppo contro la potenza delle bianconere hanno potuto fare solo in parte la prestazione che loro stesse si aspettavano.

C’è da considerare che, comunque, sono state brave a riprendersi subito dopo lo svantaggio e a pareggiare con la solita Lazaro, dimostrando ugualmente di avere un grande carattere. Ora la prossima settimana va di scena un importante match per il proseguo di Coppa Italia, obiettivo primario a questo punto, oltre al secondo posto in casa Roma.

Credit Photo: Domenico Cippitelli

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.

1 commento

  1. Alla Roma non è riuscita l‘impresa.

    Ora vi sono due possibilità:

    1 – la Juve è sfasata per stanchezza psicofisica (tanti impegni, l‘obbligo di battere ogni record, il pensiero di essere imbattibili) e dopo aver “non perso” contro questa grande Roma (va detto) in queste condizioni, si trova rinfrancata e si ritrova

    2 – la partita di ieri fa tremare ancora di più le gambe delle bianconere ed il sorpasso è vicino

    La Juve non può più sbagliare, sabato a Milano in semifinale 1 di coppa Italia e la settimana successiva a Napoli saranno due partite decisive per la squadra di Montemurro.

    Il livello del campionato italiano si è improvvisamente alzato: già questo ritorno è più emozionante rispetto all‘andata ed il livello delle partite è migliorato sotto tutti gli aspetti: tecnico, tattico, intensità ed agonismo. Speriamo che la nazionale ne giovi al più presto.

Comments are closed.