Credit Photo: Paolo Pizzini

Domani, venerdì 16 Settembre, alle ore 14:30, andrà in scena il big mach della terza giornata di Campionato: a Vinovo si affronteranno la Juventus contro le giallorosse della Roma, per un anticipo chiesto da entrambe le formazioni al fine di preparare al meglio il fondamentale impegno di Champions nella gara d’andata del turno che precede il fatidico passaggio in casa del doppio risultato positivo alla fase a gironi. 

Questa volta le ragazze di Mister Spugna, che hanno dalla loro uno score negativo in Campionato, ovvero 9 sconfitte su 11 incontri, si presentano in casa delle bianconere con due punti in più in classifica, frutto di due vittorie con Pomigliano e Milan, cosa che non era mai successa in precedenza. 

Le padrone di casa vorranno, però, riscattare prontamente il pareggio imposto dall’Inter dopo aver giocato una gara a dir poco vibrante e piena di emozioni. 

Dal canto loro, le giallorosse però sanno che dopo aver sfatato il tabù Milan proveranno a sfatarne un altro, ovvero quello di cercare di vincere in quel di Vinovo, dove non sono mai riuscite nell’impresa contro una Juventus che, per 5 anni, ha dominato il Campionato Italiano e che quest’anno, secondo il mio punto di vista, si è anche rinforzata. 

Queste sono comunque partite belle da vedere giocare ma, soprattutto, da giocare per le atlete stesse, partite ricche di stimoli e grandi duelli individuali, in un campionato che, sicuramente, con i tanti arrivi anche da altri campionati esteri, ha alzato notevolmente l’asticella e ad ogni giornata presenta una battaglia da combattere per portare a casa la vittoria. 

In chiusura, oltre alla scontro dei due gruppi-squadra le osservate speciali saranno Girelli, che ha eguagliato la sua miglior partenza realizzativa, siglando quattro reti nelle prime due giornate, e Giacinti, che potrebbe diventare la seconda giocatrice dopo Sabatino ad andare a segno contro la Juve con tre maglie diverse (Brescia, Milan e Sassuolo). Accanto al tandem azzurro andranno seguite con attenzione le prestazioni di Beerensteyn da una parte e di Minami e Wenninger dall’altra, acquisti che hanno rinforzato le rispettive compagini grazie al loro contributo fatto di gol, classe ed esperienza.

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.

2 COMMENTI

  1. In questo articolo andrebbe aggiunto che questa volta, come non mai, la Roma ha reali possibilità di vincere, in quanto è cresciuta molto, ha una squadra secondo me più omogenea, dinamica e tecnicamente non inferiore alla Juve, con un gioco collaudato.
    Ma soprattutto va sottolineato che alla Juve mancano Gama, Lenzini, Sembrant, Pedersen, Salvai (questa sarà in panchina, ma dopo la rottura del crociato è ancora lontana dal poter essere un aiuto…) e queste sono assenze molto pesanti per un reparto difensivo diventaato lento nelle centrali causa età, e che faceva leva ultimamente solo sull’esperienza.

    La Juve ha una retroguardia al momento piuttosto instabile. Ogni risultato diverso dalla vittoria della Roma, sarebbe per me deludente per le giallorosse. Credo che i tempi siano maturi per il cambio della guardia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here