Credit Photo: Maurizio Marocco

La Juventus di Joe Montemurro paga la stanchezza di Zurigo e paga la troppa ingenuità a sotto valutare un Milan molto carico che vuole dimostrare sul campo il suo valore, un 4 a 3 finale per le rosso-nere di Ganz che porta ad una riflessione, per tutto il gruppo, in virtù del prossimo impegno di Champions contro il Lione.

LE NS PAGELLE di MILAN – JUVENTUS :

Aprile 5  Non ha grandi responsabilità sui gol subiti, la difesa non l’ha di certo aiutata, resta però insicura sull’ uscita banale nel primo tempo che ha dettato la gara.

Lundorf 4.5   Due errori gravissimi che hanno fatto un grande regalo al Milan. Stagione complicatissima, la sua, che con questa gara ritornerà presto a fare panchina.

(56′ Boattin 6.5) Il suo ingresso non era nei piani del mister, ma visto il risultato è stata chiamata a furore di popolo, salva il salvabile e prende un palo pieno nel finale.

Gama 4.5   Poco attenta nelle marcature e molto confusa nei rientri, si perde Mesjasz sul quarto gol.

Sembrant 5  Non di certo la sua gara migliore: in grande difficoltà fisica contro Asllani, che le sfugge in più occasioni, non riesce a controllare le dinamiche del gioco.

Nilden 5   Soffre moltissimo sulla fascia di sinistra e non riesce a portare palla per le compagne, anche per lei non la partita più favorevole.

Rosucci 5.5  Non è la peggiore in campo ma il suo contributo di quest’oggi non è significativo come una centrocampista del suo calibro.

(63′ Gunnarsdottir 6.5)   Ingresso positivo e di spessore che confeziona, con la complicità di Giuliani, l’assist per Girelli per la prima rete. Forse doveva essere titolare dal primo minuto.

Pedersen 5  Troppe le sue leggerezze in appoggio e gli errori sul possesso di palla che hanno regalato le ripartenze rosso-nere.

Caruso 5.5   Nel primo tempo spreca un rigore in movimento poi cerca di usare il fisico e non riesce a trovare i giusti tempi di reazione.

(63′ Grosso 6)  Dal suo ingresso porta un ritmo diverso al centro campo.

Cernoia 6  Nonostante le sue compagne non la aiutino riesce a creare azioni in solitaria che portano il Milan in confusione, un po’ poco per la sua stoffa.

(56′ Duljan 5.5)  Poche occasioni un ingresso che porta solo fiato e niente altro.

Cantore 5.5  Grande occasione nel primo tempo che non sfrutta adeguatamente poi una gara giocata in chiaro scuro più che in bianco-nero.

(65′ Girelli 6.5)  Entra e segna ben due reti, forse ci voleva più tempo ed avrebbe raddrizzato la gara: con il contributo di tutte e 11 la partita avrebbe preso un’altra piega.

Bonfantini 6  Un buon primo tempo con tenacia e carattere dove trova il gol che tiene a galla la squadra, poi un calo fisico nella ripresa che lascia troppo e tutto alle sue avversarie.

All. Montemurro 5  Un match dove paga gli errori individuali delle sue giocatrici, lascia in panchina a riposo la rosa forse più tecnica e paga la buona gara di Zurigo, certamente che in Champions contro l’Olympique Lione servirà tutto un altro approccio sul campo di Torino.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.