Credit Photo: Paolo Pizzini

IL CARTELLINO di Juventus – Pomigliano

Reti: 57′ Cantore (J), 81′ Caruso (J), 90+3′ Zamanian (J)

Espulsa: 50′ Di Giammarino (P)  

JUVENTUS WOMEN (4-3-3): Aprile; Nilden, Lenzini, Sembrant (82′ Gama), Boattin (69′ Duljan); Gunnarsdottir (54′ Grosso), Rosucci, Caruso; Bonfantini (69′ Bonansea), Cantore, Beerensteyn (82′ Zamanian). All. Montemurro.  A disposizione: Forcinella, Salvai, Lundorf, Pedersen

POMIGLIANO (4-4-2): Cetinja; Rizza, Passeri, Katarzyna (87′ Apicella), Fusilli; Gallazzi (78′ Rabot), Ferrario, Di Giammarino, Battelani (60′ Novellino); Martinez (87′ Sangarè), Amorim (60′ Corelli). AllAlfano.  A disposizione: Fierro, Manca, Rocco, Miotto

 Arbitro: Monaldi

 

LE PAGELLE di Juventus – Pomigliano

 Aprile 6  Gara molto semplice per sostituire Pauline, molto attenta nella sola occasione in cui viene chiamata in causa, ma sempre concentrata.

Nilden 6.5  Molto più attiva nel lato sinistro dove trova più spazio e gioca con più dinamismo. Ottimo il suo l’assist per il gol di Sofia Cantore nella ripresa.

Lenzini 6  Novanta minuti sul campo è padrona del fiato e delle forze, buona gara la sua anche se contro una squadra molto modesta.

Sembrant 6  Riesce a controllare al meglio la difesa, poche le occasioni che ha dovuto entrare duro sulle avversarie.

(82′ Gama SV)

Boattin 6.5 Una delle poche che ha speso tutto nei primi 45 minuti, dopo il cambio del modulo si è rilassata ma sempre giocando per la squadra.

(69′ Duljan 6.5)  Entrata bene in campo, una delle migliori per accelerazioni ed assist.

Gunnarsdottir 5.5  Esce per infortunio ma nulla di grave, in gara sbaglia alcuni passaggi semplici, forse stanca dopo l’ottima gara ad Alessandria.

(54′ Grosso 6)  Ruota al centrocampo portando continuità e giro palla.

Rosucci 6.5  Continuità nel gioco, si vede l’esperienza anche nello scontro fisico per contenere le avversarie nelle ripartenze.

Caruso 6.5  Primo tempo in sordina, poi nel secondo tempo trova la fucilata dal limite che chiude la gara.

Bonfantini 5.5  Partita tra alti e bassi, anche se gioca con tenacia sulla giocatrice poi espulsa (per doppio giallo) e mette carattere, occorre più dinamismo e gioco di squadra.

(69′ Bonansea 6 ) Due buoni tiri a rete, sembra rientrata, ma deve ancora trovare il suo giusto ritmo e la costanza a rete.

Cantore 7  Dopo la Champions non molla la voglia di divertirsi e segnare: la migliore in campo indubbiamente.

Beerensteyn 5.5  Ci mette impegno ma commette alcuni errori nei lanci nella centrale e non finalizza mai un tiro a rete.

( 82′ Zamanian 6.5 ) Entra convinta e ci metto lo zampino nel finale, brava.

All. Montemurro 6 Primo tempo con poche occasioni, forse troppo provata dalle fatiche contro il Koge, ripresa che cambia piega dopo l’espulsione di una giocatrice avversaria ed il cambio di modulo in campo.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.