Lello Carlino, presidente del Napoli femminile ormai promosso ufficialmente in Serie A, ha parlato in un’intervista a Tuttosport.

“Da buon napoletano scaramantico finché non è ufficiale non festeggio. Spero che possa essere l’8 giugno il giorno decisivo. Del resto le ragazze lo hanno meritato, arrivando al primo posto in B prima della chiusura per pandemia. E con una gara da recuperare. Mi sarebbe piaciuto vincere sul campo e fare una bella festa, magari facendoci prestare il San Paolo per un’amichevole di prestigio. Vorrà dire che celebreremo quando sarà possibile.

Siamo partiti con questo obiettivo: vincere il campionato. E’ stato fatto un ottimo lavoro da parte di tutti, l’amministratore delegato Tripodi, il ds D’Ingeo, l’allenatore Marino che nel suo curriculum ha tante vittorie nel femminile. Poi le ragazze sono state straordinarie e motivatissime. Ora aspettiamo la Serie A e poi costruiremo un progetto, anche lì, per vincere.

Mi piacerebbe per esempio riportare in Italia una stella come Linari, un giorno. E poi sarebbe bello fare come Juventus e Fiorentina che hanno riempito con 40 mila persone lo Stadium a Torino: vorrei un giorno portare così tanta gente al San Paolo per una partita di calcio femminile, mi piacerebbe giocare a Napoli la Champions in futuro. E sogno, infine, che lo scetticismo nei confronti di queste meravigliose ragazze finisca”.

Credit Photo: Napoli Femminile

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here