Credit: Parma Femminile

Sconfitta bruciante per il Parma Femminile in questa 9^ Giornata della 1^ Fase della Serie A Femminile presso lo Stadio Ennio Tardini di Parma dove le gialloblu si sono viste portar via la vittoria da parte delle bianconere solo negli ultimi minuti. Di seguito riportiamo il comunicato ufficiale della società parmigiana:
Positivo abbrivio della squadra di Mister Domenico Panico, all’esordio sulla panchina gialloblù, che, senza timori riverenziali, dopo una prima fase di studio, inizia a prendere l’iniziativa proponendosi in avanti: all’8′ cross di Niamh Farrelly per la testa di Antoinette Jewel Williams che viene anticipata da Martina Lenzini. Le Crociate, che oggi spianano la terza divisa di tonalità completamente azzurra, insistono: al 9′ Melania Martinovic si invola sulla sinistra, assist per Marija Banusic il cui tiro va alto sopra la traversa. Al 17′ brivido per il calcio di punizione battuto dal limite dalla specialista Cristiana Girelli, che esce di poco a lato sulla destra della porta difesa da Alessia Capelletti, premiata ad inizio partita dalla Apport Associazione Italiana Allenatori dei Portieri quale migliore estremo difensore Under 23 della passata stagione (al portiere della Juventus Pauline Camille Peyraud Magnin, oggi in panchina, invece è andato quello assoluto). Al 19′ il Tardini esplode per il gol del vantaggio del Parma: cross di Niamh Farrelly dalla destra e avvitata vincente di Melania Martinovic (1-0). E’ il Parma a continuare ad offrire i migliori spunti: alla mezzora combinazione Michela Cambiaghi – Marija Banusic, servizio per Milena Martinovic a centro area, ma Il portiere Roberta Aprile blocca il cross. La Juventus si fa pericolosa verso la fine della prima frazione: al 41′ ci prova da fuori area Cristiana Girelli, con Alessia Capelletti che devia in calcio d’angolo. Dalla bandierina riceve il servizio Sofie Junge Pedersen sulla quale la numero 1 del Parma, sotto gli occhi di Gianluigi Buffon al Tardini per questa sfida 27 anni dopo il suo debutto, si produce in un vero e proprio miracolo. Dopo 3′ di recupero l’arbitro, il Signor Andrea Calzavara della Sezione A.I.A. di Varese manda le squadre negli spogliatoi: le Crociate, che per la prima volta in campionato han segnato prima delle avversarie, al riposo sono in vantaggio sulla Juventus per 1-0. Le bianconere, a inizio ripresa, vanno alla ricerca del pareggio: al 7′ st, sugli sviluppi di un corner girata di Cristiana Girelli con nuova deviazione in angolo dell’ottima Alessia Capelletti, che al 10′ st mette in corner anche un tiro da distanza ravvicinata di Arianna Caruso. All’11’ st Matilde Lundorf Skovsen scappa sulla destra, cross e piattone di Cristiana Girelli con palla che finisce fuori. La manovra è sempre più delle ospiti, ma le gialloblù continuano a difendersi con ordine ed efficacia fino al serrate finale. Al 34′ st nuova girata di Cristiana Girelli e nuova parata di Alessia Capelletti. Al 40′ st, dall’interno dei sedici metri tenta la botta a colpo sicuro Evelina Pirlo J Duljan, ma Capelletti blocca. Al 42′ il Parma è il palo a salvare il Parma, a portiere battuto, sulla conclusione della solita Girelli. Allo scadere (90′) un tiro da fuori area di Lisa Boattin è bloccato da Capelletti. I dolori iniziano al termine dei minuti regolamentari: al 2′ dei 5′ minuti di recupero è proprio Lisa Boattin ad indovinare il pertugio giusto con un tiro da fuori area, su cui Alessia Capelletti nulla può (1-1). Al 50′ st, pochi secondi prima del triplice fischio finale, la Juventus la capovolge: Sara Bjork Gunnarsdottir trova l’1-2, dopo un’azione sviluppata sulla fascia destra e da lei conclusa con un diagonale imparabile. I tre punti vanno alle bianconere, alle Crociate gli applausi del pubblico del Tardini che hanno comunque apprezzato la prova volitiva e di carattere, malgrado l’assenza del premio finale del risultato.
PARMA-JUVENTUS 1-2 (9^ GIORNATA DI ANDATA 1^ FASE SERIE A FEMMINILE TIM)
Marcatrici: 19′ Martinovic, 47′ st Boattin, 50′ st Gunnarsdottir

PARMA (4-3-2-1) – 1. Alessia Capelletti (Cap.); 27. Erika Santoro, 11. Nora Heroum, 14. Ana Jelencic, 7. Antoinette Jewel Williams; 71. Niamh Farrelly, 6. Alice Pauline Benoit (V. Cap.), 4. Bianca Giulia Bardin (46′ st 77. Giovana Maia); 36. Michela Cambiaghi (31′ st 17. Arianna Acuti), 10. Marija Maredinho Banusic (39′ st 28. Giorgia Arrigoni); 24. Melania Martinovic. Allenatore: Domenico Panico
A disposizione: 12. Gloria Ciccioli, 21. Rebecca Tinti; 3. Sara Caiazzo, 15. Ludovica Nicolini, 25. Aurora Remondini, 82. Gemma Puntoni

JUVENTUS (4-2-3-1) – 1. Roberta Aprile; 12. Matilde Lundorf Skovsen (38′ st , 33. Evelina Pirjo J Duljan) 71. Martina Lenzini, 8. Martina Rosucci (Cap.), 13. Lisa Boattin; 2. Sofie Junge Pedersen (17′ st 22. Agnese Bonfantini), 77. Sara Bjork Gunnarsdottir; 18. Lineth Enid Fab Beerensteyn (17′ st 11. Barbara Bonansea), 21. Arianna Caruso (27′ st 19. Annahita Zamanian Bakhtiari), 7. Valentina Cernoia (Cap., 17′ st 9. Sofia Cantore); 10. Cristiana Girelli. Allenatore: Joseph Adrian Montemurro
A disposizione: 16. Pauline Camille Peyraud Magnin, 38. Camilla Forcinella; 15. Julia Angela Grosso, 32. Linda Brigitta Sembrant

Arbitro: Sig. Andrea Calzavara della Sezione A.I.A. di Varese

Assistenti: Sig. Lorenzo Giuggioli di Grosseto e Sig. Simone Piazzini di Prato

Quarto Ufficiale: Sig. Lorenzo Garbo di Monza

Ammonite: Farrelly, Jelencic, Martinovic; Caruso

Recupero: 3’+5’

Spettatori: 838 (totale), di cui 294 paganti per un incasso di 1.470 euro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here