Il tanto atteso ritorno alla vittoria è finalmente arrivato. Nel primo pomeriggio di domenica 27 febbraio, le blucerchiate di mister Cincotta hanno infatti battuto 1-0 in trasferta il Pomigliano, aggiudicandosi un match chiave per la corsa salvezza. Partita subito entusiasmante, con la Martinovic pericolosa in due occasioni, rispettivamente al 9′ e al 10′. In entrambe le situazioni, però, l’attaccante ex-Fiorentina non riesce a trovare il colpo vincente per portare in vantaggio la sua squadra.

Al 18′ le padroni di casa provano ad impensierire Amanda Tampieri, ma il portierone blucerchiato non si lascia sorprendere dal tiro-cross insidioso di Martina Fusini. La Samp, però, è in gran forma e torna immediatamente ad affacciarsi nella metà campo avversaria. Pisani e Rizza mettono in difficoltà la difesa del Pomigliano al 23′ e al 30′, ma alla fine è Tarenzi ad insaccare il goal del meritatissimo vantaggio.

Il cronometro segna il trentatreesimo minuto di gioco quando Rincón, come suo solito, sforna un assist al bacio da calcio d’angolo. Il capitano blucerchiato, non potendo non approfittare di un suggerimento tanto delizioso, batte in elevazione le avversarie ed insacca di testa alle spalle di Sara Cetinja. A pochi minuti dal vantaggio, la numero dieci della Samp prova ad imitare la compagna dalla distanza, ma l’estremo difensore partenopeo le nega la gioia della rete. Sul finire del primo tempo, invece, un’indomabile Fusini gela l’intera panchina doriana sfiorando di millimetri il pareggio.

Di ritorno in campo per la seconda frazione di gioco, la nuova arrivata Čonč tenta il raddoppio con una grandissima girata che, però, viene magistralmente sventata dalla serba Cetinja. La Samp vuole a tutti i costi la vittoria e prova a gestire il match senza concedere troppe occasioni alle avversarie. La grande prestazione ed il grande sacrificio delle leonesse di mister Cincotta non basta a placare la foga del Pomigliano che, infatti, si lancia all’attacco nel tentativo di conquistare tantomeno il pareggio.

Come già capitato in altre partite, però, gli interventi superlativi di Tampieri sventano ogni pericolo salvando il risultato. Al 78′, il portiere classe ’97 evita un’autorete di Tarenzi che avrebbe avuto dell’incredibile, mentre all’83’ è la fortuna a graziare le blucerchiate. La doppia occasione di Zhanna Ferrario, autrice di un insidioso colpo di testa, e Serena Landa non sortisce infatti gli effetti sperati dalle padroni di casa, mantenendo inviolata la porta avversaria. La partita termina infine 1-0 per la formazione ospite che, dopo le ultime quattro sconfitte di fila tra campionato e Coppa Italia, porta finalmente a casa 3 punti fondamentali su un campo davvero complicato.

Il successo di questa giornata permette infatti alla Sampdoria di consolidare il sesto posto, mantenendo a debita distanza proprio le partenopee del Pomigliano, settime in classifica a -6. Grande merito del risultato spetta di diritto, oltre a Stefania Tarenzi, autrice dello straordinario goal vittoria su assist di Rincón, ad Amanda Tampieri e a tutti i suoi interventi provvidenziali tra i pali. L’obbiettivo salvezza inizia dunque a concretizzarsi sempre di più e, sull’onda dell’entusiasmo, la Samp dovrà cercare di mantenere questa concentrazione senza mai abbassare la guardia.

Assaporato il successo contro le partenopee, le blucerchiate dovranno pensare alla prossima delicatissima sfida con la Fiorentina. Quello di sabato 05 marzo alle 12:30 al Garrone sarà inoltre un match speciale per mister Cincotta, visto il suo importante trascorso con la Viola. La gara d’andata finì 4-2 per le toscane, ma stavolta le liguri sembrano essere le favorite per portare a casa altri tre punti chiave per conquistare quanto prima una meritata permanenza in Serie A. Nell’attesa di scoprire quali sorprese riserverà il match, è doveroso riconoscere l’esponenziale crescita, mentale e tecnica, che questo gruppo straordinario sta dimostrando di giornata in giornata.

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Responsabile della rubrica sportiva preso LiguriaToday, ho la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.