Credit Photo: Pomigliano

Il Pomigliano Femminile esce sconfitto per 2-1 dallo stadio Enzo Ricci contro il Sassuolo di Gianpiero Piovani. Le neroverdi ottengono il primo successo in campionato, le pantere la prima sconfitta da quando Carlo Sanchez è alla guida della squadra granata. Precisiamo: le ospiti hanno comunque rimediato un ulteriore insuccesso, ma a differenza di qualche uscita precedente, questa volta alla squadra campana va dato il merito di aver combattuto fino alla fine, dimostrando un buon accenno di mentalità. Oltretutto il Pomigliano è stato anche sfortunato negli episodi, e lo evidenziano prima un salvataggio sulla linea di Jane, poi la parata di Lonni proprio sulla linea dopo un potente colpo di testa di Taty. Cerchiamo di capire i tre segnali positivi che ha lasciato la disfatta:

  1. Il Pomigliano ha reagito

A differenza di quanto accaduto nelle scorse partite, il Pomigliano ha avuto la forza di reagire nonostante lo svantaggio iniziale grazie al gran gol di Gallazzi che ha rianimato le speranze granata. Questo aspetto è fondamentale anche a livello psicologico per poter ripartire e magari, in futuro, essere in grado anche di ribaltare la partita.

2. Le pantere hanno concesso poco

In questo match è venuta a galla una maggiore solidità difensiva, frutto di un ottimo lavoro in particolar modo di Filangeri e di Cetinja: la prima è stata decisiva in due interventi nel corso del primo tempo, la seconda è stata autrice di una bellissima parata al minuto 71 che ha negato il 3-1 alle avversarie.

3. La prima sconfitta nella gestione Carlo Sanchez

Da quando Carlo Sanchez è alla guida del Pomigliano, su quattro partite sono arrivate ben tre vittorie: la prima nella sfida contro il Parma al Tardini, poi quella emblematica contro il Milan in cui è finalmente sfatato il tabù dello stadio amico e poi, in Coppa Italia contro il Tavagnacco con una goleada per 1-6. C’erano aspetti negativi, tuttavia, e tutto non era roseo. Come può essere quando perdi 2-1 contro l’ultima in classifica? Forse il negativo che molti vedranno come un tema ricorrente è che la squadra campana gioca abbastanza bene ma probabilmente non è abbastanza clinica. Ciò nonostante, il cambiamento che c’è stato da quando il tecnico napoletano è alla guida della formazione campana è evidente e il fatto che la prima sconfitta con lui sia arrivata dopo quattro partite, è sicuramente un aspetto positivo da tenere in conto.

Chiara Frate, attualmente iscritta al corso di laurea triennale in Mediazione Linguistica e Culturale, coltiva la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Attualmente è redattrice di SportdelSud, un giornale sportivo innovativo di partecipazione popolare che le ha offerto l'opportunità di mettersi alla guida di un progetto imprenditoriale nel settore della comunicazione. Conosce l'inglese, il francese, lo spagnolo e sta imparando anche il portoghese. Sempre pronta a schierarsi a favore della parità di genere, il riscatto delle donne e l’impegno costante e instancabile verso un nuovo approccio culturale anche dal punto di vista sportivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here