La Serie B è scesa di nuovo in campo con la quindicesima giornata di campionato.

Il turno si è aperto con il Cittadella che riesce a fare il colpo grosso in casa del Chievo Verona all’ultimo secondo, quando Larocca consegna alle padovane tre punti che valgono oro per la loro classifica, visto che ora sono a nove punti dalla vetta. Nuovo passo indietro per le clivensi che però hanno due settimane per rifarsi e ritornare quella squadra che ha fatto bene nelle prime gare di campionato.

Nella primo pomeriggio si sono affrontate il Tavagnacco e la Roma Calcio Femminile, e le giallorosse hanno fatto una grande impresa, fermando una delle squadre accreditate alla promozione come le gialloblù, rilanciandosi così la sua lotta per la salvezza. Per le friulane è un pari che fa molto male, soprattutto a livello di classifica, perché ora sono a sette punti dalla prima piazza. Perciò in casa Tavagnacco servirà una riflessione per riprendere le sue ambizioni di inizio stagione.

Nel pomeriggio è scesa in campo l’armata pesante con Como, Brescia e Pink Bari che fanno la loro parte.
Il Como strappa tre punti ad un Cesena mai domo, tanto che è riuscito anche a passare in vantaggio, ma alla fine è venuta fuori la forza delle larine che consolidano sempre di più la leadership della cadetteria.
In scia resta il Brescia che ha avuto la meglio su una Torres che ha dimostrato di essere molto coriacea e sempre sul pezzo, non a caso le sassaresi sono riuscite a riacciuffare per le due volte le biancazzurre, salvo poi capitolare, come all’andata, col rigore trasformato a pochi minuti dalla fine della partita da Luana Merli.
Anche la Pink Bari ha fatto il suo dovere, imponendosi sulla Pro Sesto grazie a una doppietta di Anastasia Spyridonidou che torna a segnare dopo tante gare, consentendo alle baresi di restare agganciata alle prime della cadetteria.

Il San Marino Academy torna a rilanciare i suoi obiettivi, mettendo ko il Ravenna grazie ad una rete di Raffaella Barbieri. Se per le ragazze di Alain Conte vuol dire tornare a vedere le zona nobili, le ravenanti fanno un passo indietro, scendendo addirittura nelle zone pericolose della Serie B.

Chi invece vuole abbandonarle per sempre è il Cortefranca che batte un Palermo che ha fatto il possibile per avere la meglio sulle rossoblù anche se l’inferiorità numerica subita dalle rosanero intorno alla metà del primo tempo ha inciso, e non poco, l’incontro. Le rossoblù conquistano tre punti fondamentali per avvicinarsi alla salvezza, mentre le palermitane rischiano di avvicinarsi seriamente all’incubo Serie C.

La Serie B ora torna a riposarsi, perché c’è il ritorno dei quarti di Coppa Italia, ma tra due settimane avremo una sedicesima giornata che potrebbe dare una prima svolta a questa stagione.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.