La diciannovesima giornata di Serie B è andata agli archivi, e sono arrivate nuove indicazioni.

Infatti, la capolista Brescia viene fermato sul pari in casa del San Marino Academy, ma le biancoblù di mister Elio Garavaglia sono riuscite a limitare i danni, visto che il distacco sul Como Women si è ridotto a sei punti. Questo è dovuto dal fatto che le lariane sono tornate a rispondere presente dopo tre ko di fila, rifilando ben cinque gol al Chievo Verona Women, dove a splendere è stata la tripletta della comasca Greta Di Luzio. Brutto colpo per le clivensi che ora si trovano al quarto posto insieme a Bari e alle sanmarinesi che dovrebbero recriminare tanto per le occasioni buttate, nel corso della stagione, al vento.
La battaglia per salire in Serie A, sia in casa Brescia che in quella del Como, sarà molto lunga, e si giocherà probabilmente sui dettagli e sul punto.

Sorprende, e non più di tanto, il Cortefranca, che espugna il campo, con ben cinque gol, un Cittadella che ripiomba nelle zona basse della classifica. Le rossoblù di Nicoletta Mazza centrano il quarto successo di fila, e, contro ogni pronostico, si trovano al terzo posto solitario della cadetteria. Davvero mica male per una che doveva lottare solamente per la salvezza. E invece è a nove punti dal primo posto.

La Pink Bari ricade di nuovo, facendo riportare in vita il Tavagnacco. Il 2-0 delle friulane vale molto, perché prima di tutto riassapora il gusto dei tre punti che manca dall’11a giornata di campionato, ovvero quando le friulane s’imposero sul Ravenna con medesimo punteggio ottenuto ieri, e poi si rilanciano in classifica. Le baresi, invece, dovranno fare un’accurate riflessione, perché ora il Brescia è distaccato di dieci punti, e le ambizioni promozione rischiano di ridursi sempre di più

Nella lotta salvezza sono giunti risultati significativi. La Torres vince in casa del Ravenna che butta via nel finale tre punti che erano certi, ma la Pro Sesto risponde imponendosi all’inglese sulla Roma Calcio Femminile, che ormai ha messo quasi un piede in Serie C, e il Palermo che potrebbe iniziare a dire addio dopo il ko subito contro il Cesena.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.