Avevamo detto che la venticinquesima e penultima giornata di Serie B poteva essere un turno decisivo. E, in effetti, lo è stato eccome.

Dopo sette turni il Brescia ha dovuto di nuovo cedere il trono al Como. Le biancoblù, che ad un certo punto del campionato avevano otto punti di distacco sulle lariane, sono state impattate per 1-1 da un Cesena che non aveva più nulla da chiedere su questa stagione, eppure le cesenati hanno sfiorato l’impresa con la rete di Nicole Costa, ma Luana Merli tiene ancora vive le speranze della Leonessa alla Serie A. Le comasche, grazie al tris ottenuto sul campo del Cortefranca, ringraziano e, come abbiamo detto prima, hanno di nuovo preso il comando della cadetteria. La massima serie per il Como sembra ormai ad un passo, ma sappiamo bene che la B è un campionato strano, quindi occhi attenti per domenica prossima.

Il San Marino Academy fa sua la casa della Pro Sesto, grazie anche al ritorno al gol di Raffaella Barbieri, e aggancia al terzo posto il Chievo Verona che, contro ogni pronostico, cade in casa del Tavagnacco che conquista la terza vittoria di fila e il terzo clean sheet consecutivo, aumentando ancora di più quel rammarico su che tipo stagione potevano disputare le friulane.

La Torres, dopo aver raggiunto la salvezza, consolida la sesta piazza della cadetteria grazie al 2-0 ottenuto sul campo della Roma Calcio Femminile, ma a due punti di distanza c’è il Cittadella vince in rimonta sul campo della Pink Bari che, secondo alcuni rumor, potrebbe cedere il suo titolo sportivo al termine di questa stagione, ma chiaramente aspettiamo notizie ufficiali per eventuali considerazioni. Chiude la giornata il 2-1 del Ravenna ottenuto in casa del Palermo, anche qui arrivato in rimonta.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.