La quinta giornata di Serie B ha visto totalizzarsi diciassette reti che, escludendo la seconda giornata con tre partite da recuperare, la fissa come la meno proficua di questo campionato.

Continua la marcia inarrestabile per Sofia Kongouli del Tavagnacco, che aggancia a quattro reti Fabiana Costi del Cesena, la quale è rimasta a secco: l’attaccante greca si sta avvicinando, a grandi falcate, al suo record personale di reti segnate in Italia, ovvero quando nel 2017/18 mise a referto ben sette reti.

Rachele Peretti del Chievo, e Luana Merli del Brescia raggiungono a tre gol il gruppo composto da Roberta Picchi, Miriam Picchi, Raffaella Barbieri e Anastasia Spyridonidou.

Nel grande assembramento di due reti abbiamo due calciatrici che stanno sempre di più confermando di essere calciatrici di alto livello. Stiamo parlando della Leonessa Giulia Asta che, col momentaneo 2-0 bresciano sulle clivensi, conferma di aver conservato ancora le doti offensive, nonostante sia passata da qualche tempo al ruolo di difensore. La seconda è Jelena Marenic, che continua sempre di più ad assumere il ruolo di leader delle clivensi: non a caso è lei a chiudere la rimonta, segnando il suo secondo gol stagionale.

Julia Wenthofer, Anna Confalonieri e Maria Cusmà del Palermo hanno segnato reti che hanno avuto un certo peso: le prime due hanno cancellato a Torres e a Pro Sesto il numero zero dalla casella gol fatti, ma tutte e tre, forse più a Julia e a Maria che ad Anna, hanno consegnato alle rispettive compagini il primo punto in Serie B.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here