Il recupero della quattordicesima giornata di Serie B ha lasciato risultati a dir poco clamorosi, ma andiamo con ordine.

Partiamo dalla prima notizia di questo turno, ovvero che il Ravenna, quando vede il Brescia, si trasforma in una vera Leonessa: infatti, le giallorosse hanno piegato la capolista in rimonta, e ciò ha consentito alle ravennati di centrare meritatamente la salvezza. Avesse giocato così il Ravenna nelle altre partite, forse saremmo a parlare di una squadra che poteva puntare all’alta classifica, e invece non è stato così. Per quanto riguarda in casa biancoblù è un ko che fa molto male, perché il Como ha piegato, non senza qualche difficoltà, il Cittadella, e riapre incredibilmente i giochi per la promozione in Serie A. Il calendario sembra favorevole alle comasche, dato che ha Palermo, Cortefranca e Roma Calcio Femminile, mentre le bresciane hanno Cortefranca, Cesena e Palermo, con le prime due che non sono clienti facili per le ragazze di mister Garavaglia.

La seconda notizia è che la Pro Sesto e il Palermo tornano dopo un solo anno in Serie C, confermando la “tradizione” iniziata lo scorso anno, ovvero che almeno due neopromosse scendano immediatamente nella terza serie nazionale femminile. Però non ci sembra giusto infierire sulle sestesi e sulle palermitane, perché entrambe le formazioni hanno lottato con le unghie e con i denti per cercare di rimanere in cadetteria, e le prestazioni fatte rispettivamente contro Chievo Verona e Pink Bari ne hanno confermato, probabilmente è mancata esperienza e sfruttare i momenti decisivi al momento giusto. Il nostro auguro è che Pro Sesto e Palermo possano tornare nel più breve tempo possibile in Serie B.

La Roma Calcio Femminile sta onorando in maniera egregia le ultime partite in Serie B, e lo ha fatto dando fastidio ad un Cortefranca che non è riuscito a sfruttare le occasioni che aveva in mano, e alla fine è uscito un pareggio che dà qualche grattacapo alle rossoblù che ora si vedono incalzate dal Chievo Verona, ripetiamo vincitore sul campo della Pro Sesto, che ha tutta l’intenzione di terminare la Serie B sul podio.

Tuttavia, c’è un’altra squadra che può festeggiare la permanenza in B: è il Tavagnacco che vince di misura sul Cesena, per Michele Ardito è la prima sconfitta sulla panchina cesenate, mentre le friulane possono tirare un sospiro di sollievo, con la speranza che il prossimo anno non sia un’annata di sofferenza.

Terminiamo con la Torres che fa cadere, ancora una volta, il San Marino Academy: per le sassaresi è una vittoria di prestigio, dato che ora sono salve e possono concludere il campionato nel migliore dei modi, invece le sanmarinesi dovranno fare un’accurate riflessione su una stagione che doveva vederle protagoniste, e invece sono sempre state ai margini di questa Serie B.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.