La prima giornata di Serie B 2021/22 va in archivio e abbiamo già alcuni spunti interessanti.

Il San Marino Academy parte col piede giusto sconfiggendo 3-0 la Sassari Torres, anche se le sanmarinesi hanno dovuto imporsi solo nella ripresa, grazie alla sua leader Raffaella Barbieri. Le sassaressi hanno provato a pareggiare, ma devono capitolare solo nel finale, quando Giulia Baldini e Alessandra Massa danno il successo alla squadra di Alessandro Recenti.

La Pink Bari ha dovuto sudare sette camicie per avere la maglio su un coriaceo Palermo: Simona Zito nel primo tempo aveva dato l’illusione alle rosanero di fare l’impresa, ma le baresi hanno saputo ribaltare il risultato, d’altronde se hai Martina Gelmetti in attacco sai benissimo che può farti gol da un momento all’altro, e così è stato segnando il momentaneo pareggio. Poi nel finale ci pensa la centrocampista greca Anastasia Spyridonidou a dare alla Pink tre punti sofferti ma meritati.

Come dice il detto “non c’è due senza tre” anche il Como ha fatto fatica ad imporsi sul campo di un ostico Cittadella: infatti, le lariane hanno avuto la meglio grazie al rigore di Miriam Picchi, poi le padovane, rimaste in dieci per una dubbia espulsione su Nicole Peressotti, hanno provato a rimettere in piedi il match, purtroppo non sono riuscite a concretizzare le occasioni che avevano tra i piedi, ma anche le ragazze di De La Fuente hanno cercato di chiudere la gara, ma alla fine si portano a casa il bottino pieno.

Terminano in parità i due big match della giornata: Brescia Calcio Femminile-Ravenna e  Tavagnacco-Cesena.
Le Leonesse hanno saputo reagire per ben due volte al doppio svantaggio messo a segno dalle ravennati: al rigore segnato da Barbaresi sul finire del primo tempo ha risposto Claudia Saggion, qualche minuto dopo Gaia Distefano rimette davanti le giallorosse, per poi essere definitivamente raggiunte da Luana Merli, che cancella il rigore concesso al Ravenna col suo fallo di mano. Se proprio dobbiamo trovare il pelo nell’uovo le ragazze di Elio Garavaglia non hanno saputo sfruttare la superiorità numerica arrivata a metà della prima frazione per la doppia ammonizione comminata a Linda Giovagnoli.
Le cavallucce invece non hanno invece saputo approfittare del vantaggio acquisto da Nicole Costa, e allo stesso tempo non hanno tenuto conto della forza e della volontà che hanno le gialloblù, e la rete segnata in apertura di ripresa da Alessia Tuttino, una delle bandiere storiche di questa società, ne è stata la prova.

Se il buongiorno di vede dal mattino il Chievo Verona può iniziare a sorridere, perché Jelena Marencic ha saputo colpire la Pro Sesto al momento opportuno. Si vede già da subito la mano del nuovo tecnico gialloblù Giacomo Venturi. Per le sestesi una partenza falsa, ma siamo alla prima giornata, e le ragazze di Andrea Ruggeri hanno il tempo per trovare gli equilibri giusti.

Terminiamo col il pareggio che ha aperto il campionato, ovvero il 3-3 tra Cortefranca e Roma Calcio Femminile. Le franciacortine, nonostante il pari arrivato nel finale, hanno mantenuto quel carattere e quella determinazione necessaria per centrare l’obiettivo della salvezza, anche perché il giorno prima del match c’è stato il clamoroso divorzio tra la società rossoblù e il tecnico Roberto Salterio. L’unica pecca che diamo alle franciacortine di Nicoletta Mazza è la mancata concentrazione per tutti i novanta minuti: non è da tutti avere due reti di vantaggio su una formazione ben quadrata, e poi di colpo ti fai raggiungere in pochi istanti. E le giallorosse lo hanno capito.

Comunque la Serie B è appena iniziata, ma se queste sono le premesse, aspettiamoci da qui a maggio 2022 altri botti e colpi di scena. Cose che la cadetteria ci fornisce sempre.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here