Inizia con un pareggio il cammino del Brescia Calcio Femminile nel campionato di Serie B femminile. Sul campo Maddalene, in un clima tipicamente estivo, le Leonesse hanno pareggiato 0-0 contro un buon Vicenza al termine di una gara combattuta ed equilibrata.

LA PARTITA – Mister Simone Bragantini schiera il primo Brescia di questa avventura cadetta con il 3-4-3 col rombo a centrocampo: Meleddu in porta, difesa con Galbiati, Locatelli e Brevi; Cristina Merli, Magri, Previtali in mediana con Brayda vertice alto del rombo; attacco con Luana Merli, Pasquali e Massussi. Arbitra Graziella Pirriatore di Bologna, arbitro internazionale.
L’avvio del Vicenza è arrembante, e dopo pochi secondi va vicino al gol con Kastrati, che riceve palla da Yeboaa e scarica in porta di sinistro: brava Meleddu a respingere. Ancora Vicenza pericoloso al 10′: su corner interviene sul primo palo Piovani ma è strepitoso l’intervento di Meleddu che devia il pallone sul palo. Al 15′ si fa vedere il Brescia con Cristina Merli che vince un contrasto e va al tiro dal limite: pallone deviato in angolo. L’equilibrio e la grande lotta in mezzo al campo la fanno da padrone e le occasioni latitano: al 34′ però c’è la palla gol migliore del match ed è sui piedi di Massussi che in spaccata da pochi metri non trova un impatto felice sul pallone sul cross di Brayda.
Nella ripresa Bragantini opera subito due cambi: fuori Massussi e Pasquali, dentro Viscardi e Ghisi. Al 52′ Brescia pericoloso con Brayda che riceve da Cristina Merli e tira col destro, parata a terra di Bianchi. Al 57′ Vicenza insidioso con l’incornata di Ferrati su cross di Piovani: pallone alto di poco. Risponde al 78′ il Brescia con Viscardi su azione d’angolo ma il suo colpo di testa è largo. A metà ripresa entrano in campo Ronca, Farina, e Assoni per le due Merli e Brayda: all’80’ è proprio Ronca a farsi vedere con un tiro da fuori, largo non di molto. All’85’ ancora Brescia: Farina va al cross dalla destra e sul secondo palo interviene Previtali ma è anticipata per un soffio da Cattuzzo a pochi passi dalla linea di porta. Al 90′ ancora di testa Vicenza pericoloso con Dal Bianco, ma la sua conclusione è alta. Al 92′ percussione di Kastrati e cross basso per Frighetto: la sua conclusione è debole e centrale. Al 96′ punizione dal limite per le padrone di casa: Kastrati calcia a lato. Al 97′ tiro di Previtali dalla distanza, pallone alto di poco. Al 98′ cross di Assoni per Ghisi che sul secondo palo non trova il pallone per un soffio.
Finisce così, un punto per parte che muove la classifica per Brescia e Vicenza: tra sette giorni le Leonesse faranno il loro esordio in casa contro il Perugia.

LE INTERVISTE – «Un pareggio ci sta, perché le squadre si sono combattute e hanno avuto fasi alterne di supremazia sul campo – il commento di mister Simone Bragantini -. Noi siamo state brave nella seconda parte del primo tempo a venire fuori, poi nella ripresa il pallone veniva un po’ troppo alzato e noi in queste circostanze facciamo fatica. Nel secondo tempo non siamo riuscite a manovrare con calma, ci siamo liberate sempre con troppa velocità del pallone e questo sicuramente è un aspetto su cui dobbiamo migliorare, oltre a finalizzare le occasioni che creiamo, perché ne abbiamo avute un paio clamorose su dei tagli importanti dall’esterno che non siamo riuscite a concretizzare. E’ un punto che va anche bene, lo mettiamo via e ce lo teniamo stretto. Da domani iniziamo a pensare al Perugia».
Elisa Galbiati analizza con lucidità la gara: «Credo che possiamo e dobbiamo fare di più. Era la prima di campionato quindi un pari ci può stare però dobbiamo sicuramente adattarci a ritmi diversi, più intensi. Sono sicura che con l’allenamento possiamo fare sempre meglio». Le note positive: «Siamo riuscite a leggere abbastanza presto il loro gioco anche perché l’avevamo studiato bene in settimana. Poi dobbiamo imparare a fraseggiare di più quando abbiamo il pallone nella trequarti avversaria e quando recuperiamo palla dobbiamo farla girare con più tranquillità in modo da trovare gli spazi giusti». Un punto che muove la classifica e che può essere buon viatico per il prosieguo del cammino: «Confermo, non lo disdegniamo. Continuiamo così, consce che potremo e sapremo fare meglio».
Tra le più positive Denise Brevi: «Secondo me il risultato a conti fatti è giusto. Oggi poi c’era un gran caldo quindi è stato anche difficile mantenere alto il ritmo per tutti i novanta minuti. Siamo comunque all’inizio del nostro percorso quindi c’è da affinare ancora l’intesa e trovare bene i tempi delle giocate. Sicuramente è il primo step che ci deve infondere forza e coraggio per lavorare ancora più intensamente per migliorare e fare buoni risultati». Nota lieta di giornata la buona intesa del pacchetto arretrato: «Sì, ma questo è un buon gruppo nella sua interezza. Sia quelle che vanno in campo, ma anche le ragazze che sono in panchina e quelle in tribuna. C’è grande affiatamento». Un buon punto questo di Vicenza su un campo dove in tante faranno fatica: «Io gioco per vincere, quindi sono soddisfatta a metà. Però sicuramente è stata una buona prova. Ora dovremo prendere quello che siamo riuscite a fare meno bene oggi per analizzarlo e migliorare in vista della prossima gara».

VICENZA: Bianchi, Missiaggia, Sossella (75’ Dal Bianco), Yeboaa (83’ Broccoli), Piovani, Basso (45’ Bauce), Kastrati, Gobbato (45’ Ferrati), Balestro, La Rocca, Cattuzzo. A disp: Dalla Via, Menon, Frighetti, Lazzari, Maddalena. All: Dori.
BRESCIA: Meleddu, Brevi, Locatelli, Galbiati, Previtali, Magri, Merli Cristina (70’ Ronca), Brayda (70’ Farina), Massussi (45’ Viscardi), Pasquali (45’ Ghisi), Merli Luana (78’ Assoni). A disp: Cogoli, Verzeletti, Parsani, Barcella. All: Bragantini.
ARBITRO: Pirriatore di Bologna.
AMMONITE: Sossella e La Rocca (VIC); Previtali e Farina (BRE).

Photo Credit: Brescia Calcio Femminile

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here