Ci siamo lasciati alle spalle la seconda giornata di Serie B, ed è tempo di decretare il nostro pagellone di giornata. Il dibattito è sempre aperto, perciò diteci nei commenti quale sarebbe il vostro pagellone ideale.

PROMOSSE

Brescia e Vicenza 
Le biancoblù e le biancorosse si sono presi i primi tre punti stagionali: se per le ragazze di Bragantini, prenderseli contro un Perugia coriaceo è stato tosto grazie a Merli e al colpo finale di Ronca, più incredibile lo hanno fatto le vicentine, stendendo un’Orobica che tutti la davano come favorita per la promozione. Entrambe vogliono restare in B, e sono a quota quattro punti. Chi ben comincia è a metà dell’opera…

La goleada del Como
Le comasche avevano il rosso negli occhi, affondando facilmente la Roma CF. Con Franco, Rognoni e Fusar Poli in campo possiamo dire che cercheranno in tutti i modi per approdare in Serie A già in questa stagione. Fortunatamente non c’è stato alcun errore tecnico, altrimenti le biancazzurre avrebbero affossato anche i propri tecnici a colpi di pallonate…

La giovane Cittadella
Il Cittadella di Fabiana Comin sta impressionando e non poco gli addetti ai lavori: nessuno avrebbe immaginato di poter vedere le padovane fermare sul pari la Lazio, ma lo hanno fatto mostrando gioco e voglia di non piegarsi di fronte ad una corazzata come le laziali. Attenzione, potrebbe essere la mina vagante del torneo.

Pomigliano
Confermato tra i promossi il Pomigliano che, dopo essersi avvicinato al successo contro il Tavagnacco, ha centrato a sua prima storica vittoria in B, sconfiggendo meritatamente il Cesena. Il segreto di questo bell’inizio di stagione vanno a quelle giocatrici che avevano bisogno di rimettersi in luce: se nel turno precedente abbiamo rivisto Riboldi, ritorna sul palcoscenico anche Romina Pinna, ma anche alla buona prestazione difensiva guidata da Emanuela Schioppo, che col Napoli era rimasta in panchina.

RIMANDATE 

Lazio
La Lazio è e rimane la candidata alla promozione in massima serie, e se vuoi crescere bisogna passare da risultati poco piacevoli. Le aquilotte di Seleman dovevano gestire meglio il vantaggio iniziale di Gambarotta, ma certo il Cittadella non è il Pontedera, e così si sono fatte riprendere. Il campionato è ancora lungo, ma ora dalle biancocelesti devono subito lanciare un segnale forte. Vedremo se avranno imparato la lezione.

Ravenna
Se nello scorso turno abbiamo fatto i complimenti, non possiamo dire che questa volta il Ravenna sia stato contento del pari. Certo, un punto è sempre meglio di zero, ma anche qui potevano e dovevano controllare la partita, ma il Chievo, col colpo di Bertolotti, riescono a rimettere a posto una gara che il Ravenna poteva portarsela tranquillamente a casa.

BOCCIATE

Orobica
Inaccettabile. Su tutti i fronti. Non è possibile che una squadra costruita per i piani alti si ritrovi, dopo due giornate, a quota zero punti. Tra l’altro con due sconfitte molto pesanti, e l’ultima contro il Vicenza ne è stata la prova. Urge una svegliata, perché se si andrà avanti così le rossoblù lotteranno per non retrocedere invece che per la promozione…

Cesena
Passi il passivo subito contro il Ravenna, ma il 2-0 preso dal Pomigliano deve far suonare qualche campanellino d’allarme. perché anche qui c’è una rosa con del buonissimo potenziale, e che deve pensare alle alte posizioni. Serve un segnale molto forte dalla società, altrimenti si rischia subito di finire nel baratro.

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek (che è attualmente in corso), un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa. Oltre a questo ho come hobby leggere libri e i balli latinoamericani.