Credit: Napoli Femminile

Brutta battuta d’arresto per il Napoli Femminile in casa del Cittadella e azzurre ora terze alle spalle proprio delle venete e della Lazio, distante due punti e sconfitta a sua volta dal Verona. Al Tombolo hanno deciso le reti di Benedetti e Ferin. Lipoff, con in pratica tutti gli elementi a disposizione, ha riproposto Di Bari e Sara Tui nell’undici titolare ed il modulo 4-3-1-2 determinante nel secondo tempo di Arezzo. Le azzurre sono partite forti con il mancino a lato di Ferrandi dopo due minuti ed un rigore reclamato per un tocco in area su Di Bari. Match equilibrato per lunghi tratti tanto che solo alla mezz’ora Gomes ha scaldato le mani di Toniolo. Al 43’ su azione d’angolo il Cittadella si è portato in vantaggio con Benedetti di testa su assist al bacio di Dhalberg: all’intervallo venete avanti nonostante un match totalmente privo di sussulti. Il Citta ha piazzato un terribile colpo da ko ad inizio ripresa con Ferin che al 6′ ha pescato il più classico degli eurogol con una parabola al volo dallo spigolo dell’area: il pallone si è infilato all’angolo alto per il 2-0 granata. Lipoff ci ha provato con i cambi e Pinna ha subito mandato in porta del Estal, fermata sul più bello da Ambrosi quando sembrava ormai aver battuto Toniolo. La reazione azzurra ha messo sotto pressione il Cittadella ma la difesa di casa è riuscita a proteggere Toniolo anche in occasione di un’altra combinazione Pinna-del Estal. Nel finale è stata la traversa invece a proteggere Ambrosi dal tiro a botta sicura di Nozzi che avrebbe potuto riaprire la partita.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here