La Serie B, dopo la sosta per la Coppa Italia, torna in scena con la nona giornata di campionato.

Gli impegni delle Nazionali per le qualificazioni ai Mondiali del 2023 hanno fatto sì che Tavagnacco e Como fosse spostato a giorno 8 dicembre.
Questo vuol dire che, per il momento, il primato se lo giocano la Pink Bari e il Brescia, con le padrone di casa che, dopo un roboante inizio, sta iniziando a trovare le prime difficoltà, e una vittoria sarebbe un toccasana per le baresi. Di certo la Leonessa non starà a guardare, perché prendersi in terra pugliese i tre punti darebbe una svolta importante al campionato delle ragazze di Elio Garavaglia.

Il Chievo Verona terrà le antenne accese sul match e sperare in un punteggio che possa andare a fagiolo alle clivensi, ma prima dovranno avere la meglio andando a giocare in casa di una Roma Calcio Femminile che pare aver trovato il bandolo della matassa, poiché le giallorosse hanno tutta l’intenzione di dare il filo da torcere alla formazione veronese.

Cesena-Ravenna sarà un derby di importanza elevata, poiché entrambe sono a pari punti, e un colpo di una o dell’altra squadra potrebbe dare una prima sterzata al campionato delle cavallucce o delle ravennati. Gara che promette scintille.

Il San Marino sta pian piano ritrovando la sua identità, e la gara col Cortefranca potrebbe essere il sigillo sul rilancio definitivo delle titane di Alain Conte, anche se le franciacortine di Nicoletta Mazza daranno tutto per dare fastidio alle sanmarinesi, e magari, memore del 6-3 al Cesena di due settimane fa, provare a fare il colpaccio.

Torres-Palermo è un match molto importante, perché mette in palio punti importanti per la salvezza: se le rosanero vogliono centrare il primo colpo esterno in campionato, le rossoblù tenteranno di festeggiare, sul suo campo, il primo trionfo stagionale, e, magari, cominciare a pensare a tornare in corsa per la permanenza in cadetteria.

Altra gara fondamentale per la lotta a rimanere in Serie B è Pro Sesto-Cittadella: le sestesi vogliono cambiare il passo e cominciare a respirare anche in classifica, invece le padovane vorrebbero puntare a conquistare il bottino pieno per puntare nuovamente ai primi posti.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.