Tre settimane dopo il derby vinto con il Ravenna, le Titane si preparano per il ritorno in campo. Avversaria della 17° giornata sarà la Pink Bari, contro la quale, all’andata, arrivò una sconfitta particolarmente sanguinosa in quanto incassata dopo una lunga fase giocata in superiorità numerica. In vista della sfida alla terza forza del campionato, avanti di cinque lunghezze rispetto alla San Marino Academy, Viola Brambilla analizza pro e contro di questa lunga pausa, e anche le possibilità offerte da un incrocio così delicato ma così interessante dal punto di vista della graduatoria: “Da una parte queste tre settimane senza impegni ufficiali ci hanno un po’ penalizzato, perché dopo la vittoria con il Ravenna avevamo subito fame di continuità. Questa comunque è rimasta, e d’altra parte abbiamo potuto sfruttare questo lasso di tempo per migliorare ancora di più la nostra condizione fisica, per consolidare i principi tattici di mister Conte e per rafforzare il nostro spirito di gruppo. Siamo davvero cariche per la gara con il Bari. Dobbiamo, per dir così, ‘vendicare’ la sconfitta di andata e dobbiamo sfruttare la possibilità di recuperare terreno rispetto a chi ci sta davanti. Vincere aiuterebbe tantissimo il morale e ci lancerebbe anche in vista delle gare successive.”

E va detto che d’ora in poi nell’agenda delle Biancoazzurre, così fitta di gare da recuperare, le soste saranno tutt’altro che un’occorrenza frequente.Giocheremo molto spesso fino a maggio e secondo me è una buona notizia – il parere di Brambilla – Questo richiederà, oltre ad un’ottima condizione atletica, anche grande stabilità mentale. Dovremo essere sempre concentratissime, dinamiche e ‘sul pezzo’. Mollare a livello di testa potrebbe risultare fatale. Perciò dovremo stare particolarmente attente alla cura di questo dettaglio, oltre naturalmente a tutti gli altri.” Viola e compagne ripartiranno dalle sensazioni della sfida al Ravenna, concisa con il primo successo del 2022. “Credo che sia stata una gara molto buona da parte nostra – l’analisi della centrocampista lombarda – Tra gli aspetti più positivi c’è il fatto di non aver subìto gol, di aver saputo reggere fino alla fine. Sappiamo però che c’è da migliorare in fase realizzativa: dovevamo chiudere la gara quando ne abbiamo avuto la possibilità, per poter gestirla con maggiore agio. Questa è la prossima sfida: tradurre in gol le tante occasioni che creiamo.”

Credit Phtoto: ©SMAcademy

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.