La venticinquesima, e penultima, giornata di Serie B ha decretato il pagellone su questo turno.

PROMOSSI

Brescia
Facciamo una premessa: la salvezza del Brescia non è mai stata messa in discussione, visto che non è mai finita in zona rossa. Ma questo risultato è stato centrato con grande caparbietà e merito. Tutto questo lo abbiamo avuto domenica, quando ha ribaltato la partita col Pomigliano.

Chievo Verona
Quando il Chievo era ormai ad un passo dalla Serie C ecco che trovano la reazione per riprendersi quella permanenza che è fondamentale per fare grandi cose. Le clivensi hanno messo a tacere gli attacchi della Roma Calcio Femminile, e con lo 0-0 significa restare in cadetteria. Brave.

Lazio
La Lazio avrà ottenuto la promozione, ma vuole assolutamente vincere il campionato. E il successo ottenuto dalle biancocelesti di Carolina Morace sul campo del Vicenza ne è stata la prova per prendersi il primo posto in campionato.

Pontedera
Il Pontedera, nonostante sia già in C, sta onorando alla grande le ultime giornate di campionato. La netta vittoria delle pontederine, conquistata in casa, sul Perugia, ha dato alle ragazze di Renzo Ulivieri quella consapevolezza in più che sarà importante in vista della prossima stagione.

Ravenna
Il Ravenna vuole almeno prendersi il terzo posto, e la partita vinta in casa del Cittadella va in questa direzione. Tre punti e podio conquistato.

Vicenza
Ci dispiace tantissimo per il Vicenza che diventa la terza formazione a scendere in Serie C, ma almeno con la Lazio ha cercato in tutti i modi di darle fastidio. Il rammarico è quello di non averle fatto gol, ma esce dal “Romeo Menti”, e dalla Serie B, a testa alta.

RIMANDATI

Como e Tavagnacco
Anche se Como e Tavagnacco non avevano più nulla da chiedere a questa stagione, le due formazioni si sono date comunque battaglia, prendendosi un punto a testa. Simbolicamente questo pareggio va più alle gialloblù che alle lariane che tengono ancora viva la possibilità di chiudere sul podio.

Orobica e Cesena
L’Orobica si prende, soltanto nei minuti finali, quel punto che basta per alimentare ancora la possibilità per restare in B. Peccato invece per il Cesena che a pochi istanti dalla fine non è riuscito a fare bottino pieno, ma è sempre un punto importante per la classifica.

BOCCIATI

Pomigliano
Brutta sconfitta quella subita dal Pomigliano che non è stato capace di gestire il vantaggio creato da Romina Pinna. L’uno-due del Brescia negli ultimi minuti ha messo ko le pantere di Manuela Tesse che, dopo tanto tempo, scendono dal trono in favore della Lazio. Non ci voleva

Perugia
Il Perugia ha fatto il possibile in questo campionato, ma è mancata quell’esperienza necessaria per giocare almeno qualche possibilità di salvezza. Il 4-0 subito in casa del Pontedera, purtroppo, ce ne ha dato conferma.

Cittadella
Il Cittadella si è già salvato, e ha provato a tenere testa al Ravenna che però aveva qualcosa in più rispetto alle padovane di Ilenia Nicoli. Potevano portarsi a casa un punto, e invece non hanno visto la zampata che Miriam Picchi ha dato loro “per punizione”.

Roma Calcio Femminile
Il pareggio senza reti col Chievo rappresenta una vera e propria sconfitta per la Roma Calcio Femminile che ora si vede ridursi il distacco dall’Orobica di un solo punto. Le giallorosse possono ancora salvarsi, ma domenica devono battere il Cesena. Senza sé e senza ma.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.