La quindicesima giornata di Serie B ha emesso la Top 11 di questo turno.

MODULO: 4-3-3

PORTIERE

Valentina Casaroli (Roma Calcio Femminile)
Se la Roma Calcio Femminile è riuscita a strappare un punto al quotato Tavagnacco, il merito va a Valentina, portiere ex AS Roma, che con le sue parate, e un traversa, consente alle giallorosse di bloccare sul pari le friulane e di prendersi un pareggio che vale oro per la sua corsa alla salvezza.

DIFENSORI

Francesca Larocca (Cittadella)
Prima rete con la maglia del Cittadella per Francesca Larocca, ma questo gol vuol dire tanto per lei, perché nei minuti finali dell’incontro mette la zampata decisiva granata sulle clivensi, e regala alle padovane tre punti pesanti per loro prosieguo stagionale.

Marta Vergani (Como)
Il Como, dopo otto minuti, era sotto di un gol, ma passano sessanta secondi ed ecco che arriva il rigore. Ci va Marta, che si prende il peso di tirare quel penalty, e ci riesce, rimettendo la gara in parità. Certo, poteva fare il 2-1 comasco, ma stavolta il tiro dal dischetto è alto. Ma quest’errore nulla scalfisce sulla prestazione del difensore classe 2000.

Laura Peruzzo (Cittadella)
Laura è l’attrice non protagonista della partita tra Chievo e Cittadella: suo, infatti, il tocco, o meglio la punizione, che dà il via alla rete del successo padovano sulle clivensi.

Giulia Redolfi (Cortefranca)
Pedina al posto giusto, al momento giusto. Non a caso, scaturisce, col suo cross, l’azione che termina col tocco decisivo di Roberta Picchi per il vantaggio del Cortefranca sul Palermo.

CENTROCAMPISTE

Anastasia Spyridonidou (Pink Bari)
La Pink Bari doveva battere la Pro Sesto e lo ha fatto. E serviva i colpo di Anastasia che ha trovato in questa gara un doppio colpo, permettendo non solo alle baresi di rimanere in scia al duo di vetta composto da Como e Brescia, ma anche alle centrocampista greca di rilanciarsi.

Sonja Kiem (Cortefranca)
Minuto 34. Il Cortefranca si prende un calcio di punizione subito da Valentina Velati, e il Palermo rimane in dieci. Sonja Kiem si prende la responsabilità di tirare dal limite dell’area. Un sinistro chirurgico che mette la sfera alle spalle di Pipitone. Questo è il gol che dà fa girare la partita verso la direzione franciacortina.

ATTACCANTI

Luana Merli (Brescia)
Prosegue il momento magico in campionato per il Brescia, ma anche per Luana che, al suo secondo anno con la maglia biancoblù, sta finalmente ritrovando la sua verve realizzativa. E con la Torres arriva l’epilogo che diventa una fotocopia dell’andata, ovvero battere le sarde su calcio di rigore.

Raffaella Barbieri (San Marino Academy)
Il San Marino Academy aveva bisogno di un successo per tornare ad ambire, e contro il Ravenna le titane avevano bisogno di una persona che doveva risolvere il match, e a farlo è stata Raffaella che, di testa, realizza una rete che potrebbe essere fondamentale per le prossime gare delle sanmarinesi.

Roberta Picchi (Cortefranca)
Roberta ha aspettato due turni per tornare a segnare, e lo fa come solo lei sa fare. Con mosse degna di un topo pronto a fregare il gatto in men che non si dica. Il Cortefranca ringrazia, il Palermo un po’ meno.

Vlada Kubassova (Como)
Nella gara tra Como e Cesena Vlada rimane dietro le quinte per buona parte della partita, poi decide di entrare in scena, prendendo un pallone da metacampo, vola in area, brucia Pignagnoli e cala il gol che vale il successo comasco sulle cesenati.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.