La ventiseiesima e ultima giornata di Serie B ha emesso la Top 11 di questo turno conclusivo.

MODULO: 4-2-4

PORTIERE

Giorgia Bettineschi (Como)
Una delle artefici della promozione in Serie A con la maglia del Como. Giorgia lo ha confermato, guidando la difesa delle lariane a mantenere, ancora un volta la porta inviolata. La vittoria della Serie B è passata anche dalle sue parate.

DIFENSORI

Carlotta Masu (Cittadella)
Seconda rete stagionale per Carlotta con la maglia del Cittadella, ma è un gol pesante, perché consente di dare alle padovane il successo in rimonta sul Cesena.

Giulia Rizzon (Como)
La capitana del Como ha saputo metterci, ancora una volta lo zampino, sulla partita contro la Roma Calcio Femminile: non a caso a segnato il rigore che vale il raddoppio lariano sulle giallorosse e il quinto centro in campionato.

Elena Gervasi (Cortefranca)
Il Cortefranca chiude sesto cedendo il passo al Chievo Verona, ma di certo non può che essere stata una gare semplice per le cortefranchesi, perché diranno addio ad una delle pilastre del gruppo. Elena ha dato tanto alla squadra, non a caso ha indossato la fascia di capitana. Auguriamo al difensore rossoblù una buona fortuna per il suo futuro.

Valentina Congia (Torres)
Valentina finisce il campionato con la Torres nel migliore dei modi, trascinando la retroguardia sassarese ad evitare le incursioni offensive della Pink Bari, permettendo alle rossoblù non solo di battere le baresi, ma anche di chiudere la stagione con la porta immacolata.

CENTROCAMPISTE

Valentina Boni (Chievo Verona)
Una leggenda del calcio femminile appende gli scarpini al chiodo. Non è riuscita a segnare su rigore, ma ha

Sofieke Jansen (San Marino Academy)
Il San Marino Academy sta perdendo, ad un minuto dal novantesimo, per 1-2 contro il Tavagnacco, ma in quattro minuti Sofieke decide di salire in cattedra, realizzando una doppietta che vale la vittoria delle sanmarinesi sulle friulane, e il terzo posto delle titane in cadetteria.

ATTACCANTI

Luana Merli (Brescia)
Il Brescia avrà chiuso al secondo posto, anche se gridano ancora vendetta gli otto punti di vantaggio gettati al vento, ma può avere la soddisfazione di avere con sé la miglior capocannoniere della Serie B. Anche se ha 35 anni Luana ha ancora la verve realizzativa, non a caso ha segnato tre gol al Palermo e diciannove reti in campionato.

Greta Di Luzio (Como)
Sedici gol in campionato al suo primo vero anno con la maglia del Como, e due gol messi a referto nel match contro la Roma Calcio Femminile. Greta ha fatto una grande stagione in B, e per lei questo è il salto di qualità che l’attaccante lariana ha aspettato da tanto tempo. Speriamo che il Como possa confermare Greta il prossimo anno in Serie A.

Simona Cimatti (Ravenna)
Se ne va una delle bandiere del Ravenna Women, prima San Zaccaria, e chiude la sua carriera trascinando le ravennati al successo sulla Pro Sesto. Speriamo che Simona possa aiutare il movimento anche dietro le quinte.

Beatrice Zorzan (Cittadella)
Chiudere un’avventura calcistica vincendo una partita è bello, ma segnare un gol nel match ancora meglio. Deve essere stato questo il pensiero dell’attaccante del Cittadella Beatrice Zorzan, la quale realizza il gol che apre la strada del successo padovano sul Cesena. Un’apoteosi che Beatriche se lo ricorderà per tanto tempo.

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.