Nel torneo di Serie B dopo 8 turni il Palermo, neopromossa dalla C, ha raccolto 5 punti grazie ad un successo e due pareggi. La prima marcatura stagionale, all’esordio con la Pink Bari, è stata griffata da Simona Zito palermitana classe ’96 da 7 anni con le rosanero. Abbiamo raggiunto il difensore in forza al tecnico Antonella Licciardi per fare il punto sull’inizio di stagione del team siculo.

Simona la stagione è iniziata dopo la cavalcata della scorsa stagione. Parte della rosa è stata confermata, con quanto entusiasmo è iniziata questa avventura in Serie B?
“L’entusiasmo d’inizio stagione era alle stelle, dopo la bellissima vittoria del campionato non vedevamo l’ora di metterci al lavoro per vivere l’emozione della categoria superiore e competere con rose di grande spessore ed esperienza”.

Nella prima uscita sconfitta contro la Pink Bari con la prima marcatura rosanero firmata Simona Zito. La marcatura personale ha alleviato il rammarico per la sconfitta?
“Ad essere sincera non mi aspettavo di far la prima marcatura in questa serie; il gol è sempre un’emozione indescrivibile, gratifica soprattutto quando ricercato e voluto. Purtroppo il rammarico per la sconfitta è rimasto, ma andare negli spogliatoi 1-0 per noi ci ha trasmesso un po’ di fiducia, anche se poi il risultato ci ha visto sconfitte”.

Hanno fatto seguito altri tre passi falsi. Vi aspettavate un avvio di stagione cosi complicato? Quale aspetto vi ha sorpreso di più dal salto di categoria?
“Sapevamo che la categoria avrebbe portato delle difficoltà, la qualità è nettamente più alta, i tempi di gioco altrettanto, è stato complicato all’inizio l’impatto anche perché ci siamo confrontate subito con squadre d’esperienza e di enorme spessore come la Pink, il Tavagnacco ed il Chievo. Tutte squadre attrezzate per stare nei piani alti della classifica”.

Il primo punto è giunto in trasferta contro la Pro Sesto, che gara è stata quella con le lombarde?
La gara con la Pro Sesto è stata incredibile, pura adrenalina per 96 minuti, ricca di emozioni, avevamo voglia di fare punti e si è visto, anche se il gol è arrivato agli sgoccioli avevamo avuto tantissime occasioni, come nel primo tempo”.

Poi il primo successo in casa contro il Cesena. Quanto aspettavate questa vittorie? I tre punti hanno dato entusiasmo all’ambiente?
“Conquistare i primi tre punti in casa e poterli festeggiare col nostro pubblico non possono che aver dato entusiasmo e soprattutto fiducia. Aspettavamo questa vittoria, l’abbiamo conquistata, goduta e da quella siamo ripartite per cercare di fare meglio e molto di più”.

Nelle ultime due uscite la sconfitta con il Cittadella e il pari con la Roma Calcio. Come valuti nel complesso questa prima parte di stagione? Meritavate qualcosa in più?
“A mio parere meritavamo un po’ di più da queste due ultime sfide. Le nostre prestazioni sono cresciute ed abbiamo migliorato il nostro equilibrio. Bisogna sicuramente ripartire da questa consapevolezza, lavorare ancora per migliorarsi in vista dei prossimi impegni”.

Alla ripresa la sfida con la Torres, come la state preparando e che gara vi aspettate?
“Con la Coppa che ci ha viste ferme abbiamo avuto una settimana in più per preparare questa gara che ha un peso enorme. Anche questa valutata come uno scontro diretto, sarà fondamentale fare punti per smuovere la classifica, sia noi che loro ne abbiamo bisogno, per cui mi aspetto una gara molto combattuta, fino all’ultimo. Nessuna delle due squadre avrà intenzione di cedere nemmeno un secondo, tanto meno di concedere”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here