La Ternana, in occasione della seconda gara dei preliminari di Coppa Italia Femminile del Girone F, ha ospitato al Moreno Gubbiotti di Narni il Milan di Maurizio Ganz. Le rossonere si sono imposte con un gol per tempo, ma le ragazze di Fabio Melillo non hanno sfigurato contro un avversario di categoria superiore. Al termine del match Francesca De Bona, portiere delle rossoverdi, ha rilasciato delle dichiarazioni.

Le parole del portiere rossoverde

“Sono molto contenta di essere scesa in campo fin da subito con questa squadra che oggi ha fatto vedere anche a un avversaria di livello che cosa sia capace di fare se mettiamo da parte un po’ il timore e l’insicurezza e andiamo a giocare sulle cose che sappiamo fare. Comunque questa partita è stata una grande soddisfazione per me e sono molto contenta di aver contribuito. Come si vedono le maggiori differenze quando si affronta una squadra di Serie A e non solo, ma anche di alto livello? Sicuramente i ritmi sono più alti e la fisicità è molto più alta, poi in più noi siamo comunque una squadra di età media molto giovane, loro comunque hanno giocatrici di esperienza e anche estere, ragazze che giocano in nazionale e quindi si sapeva che comunque era una squadra ben attrezzata e fisica con una buonissima idea di gioco e si è visto in campo come facevano scorrere bene la palla, però dai ci siamo sapute adattare anche noi al loro stile di gioco”.

La classe 2003 ha poi concluso: “Il prossimo avversario sarà l’Arezzo domenica. Metteremo da parte questa partita, abbiamo molti spunti su cui lavorare sicuramente. Questo è stato un confronto molto importante secondo me perché contro i più forti si impara e quindi abbiamo capito dove sistemarci, dove correggere alcune cose e sicuramente è uno stimolo per fare bene domenica”.

Chiara Frate, attualmente iscritta al corso di laurea triennale in Mediazione Linguistica e Culturale, coltiva la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Attualmente è redattrice di SportdelSud, un giornale sportivo innovativo di partecipazione popolare che le ha offerto l'opportunità di mettersi alla guida di un progetto imprenditoriale nel settore della comunicazione. Conosce l'inglese, il francese, lo spagnolo e sta imparando anche il portoghese. Sempre pronta a schierarsi a favore della parità di genere, il riscatto delle donne e l’impegno costante e instancabile verso un nuovo approccio culturale anche dal punto di vista sportivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here