A Villa Vicentina si gioca la ventiquattresima giornata del campionato di Serie C.

Il modulo scelto da Mister Melissano è il 4-2-3-1 con alcune modifiche rispetto alla scorsa settimana soprattutto sulla fascia destra dove troviamo Miani e Del Stabile. Torna anche il capitano Dragan dal primo minuto.

Partita che inizia a rilento per le triestine che soffrono il caldo e gli attacchi delle sarde, che spesso utilizzano il lancio lungo. E’ infatti proprio da un lancio che inizia l’azione che vale l’uno a zero per la formazione ospite che passa in vantaggio al sesto minuto. E’ un colpo durissimo per le mule che piano piano iniziano a farsi vedere in avanti, infatti proprio dal 20′ iniziano a macinare azioni e tiri nello specchio della porta, coperti bene, però, dalla retroguardia sarda. Quasi sullo scadere del primo tempo Usenich si fa trovare pronta su un rimpallo e trova il gol che vale l’uno a uno. Finisce così la prima frazione in una caldissima giornata di giugno.

Secondo tempo inizia come è finito il primo, le mule attacco e mostrano un buon gioco, ma sprecano molto davanti al portiere avversario. Entra Tic per Miani sulla destra e poco dopo in mezzo all’area triestina l’arbitro fischia un rigore decisamente dubbio. Malaroda con una prodezza para e ipnotizza l’avversaria che le calcia addosso sulla respinta. Il rigore parato scuote le alabardate che si muovono in avanti con ottimi spunti. Al 68′ entra Tortolo e sarà lei a decidere la partita due minuti dopo con un bellissimo calcio di punizione. Spazio anche per Flaiban sul finale. La partita finisce così, non senza qualche tremore perché le sarde sul finale colpiscono pure una traversa.

La prossima settimana le mule sono attese a Vicenza per la sfida contro le Torri.

Photo Credit: US Triestina Calcio 1918

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here