Il Brescia CF ha subito domenica scorsa la sua prima sconfitta stagionale contro il Gordige, sprecando una chiara occasione per avvicinarsi alla capolista del girone B di Serie C Vicenza Calcio Femminile.

Le Leonesse, tuttavia, stanno disputando una buona prima parte del campionato, e l’allenatore biancoblù Simone Bragantini, presente oggi all’evento organizzato dall’Euro Cosmetic, ne è consapevole: «Stiamo rispettando a pieno quello che ci siamo posti ad inizio stagione, ovvero essere competitivi con tutti e arrivare nelle prime posizioni – ha detto Bragantini – ovviamente abbiamo l’opportunità di approdare immediatamente in Serie B, ma non è scontato, lavoriamo per migliorarci sempre di più».

Sul fronte mercato è arrivata Assoni e potrebbero arrivare altri acquisti, ma il tecnico veronese è comunque soddisfatto della rosa: «Mara rappresenta un valore aggiunto che la società ha voluto regalare ad un gruppo già competitivo – ha proseguito Bragantini – in ogni caso la squadra sta rispondendo per il verso giusto, con un’alchimia positiva: sono convinto che il presidente Cesari e il direttore sportivo Peri troveranno quelle opportunità che saranno sia oculate che utili per rinforzarla».

Il recente ko del turno precedente può essere visto come un’incidente di percorso, affinché non vada buttato quanto di buono è stato fatto: «Noi scendiamo in campo per vincere, e le nostre avversarie vogliono batterci: così ha fatto il Gordige sfruttando un nostro errore, mentre noi che abbiamo dominato la partita – «»conclude Bragantini – le ragazze sono ripartite immediatamente, allenandosi in questa settimana con quella fame che servirà a fare il risultato nella prossima partita contro il Trento».

Non può mancare la notizia del passaggio al professionismo delle atlete: «Sinceramente non ho letto l’emendamento, ma finalmente la politica ha cominciato a pensare a quello che, secondo me è una cosa scontata, ovvero che le donne siano professioniste, oltre che professionali, e mi auguro che questo arrivi il più breve tempo possibile».

Elia Soregaroli
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek (che è attualmente in corso), un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa. Oltre a questo ho come hobby leggere libri e i balli latinoamericani.