Se la scorsa settimana il Genoa Women aveva gioito grazie alle sue inarrestabili “Giulie”, strappando con coraggio un incredibile pareggio in casa dell’Arezzo capolista, stavolta la straordinaria prestazione della Tortarolo non è bastata. Nel pomeriggio di sabato 14 maggio, infatti, le grifoncine hanno ceduto il passo al Pinerolo al termine di una sfida combattutissima che ha infiammato il Nazario Gambino di Arenzano. Ottimo il primo tempo delle rossoblù, capaci di mettere in grande difficoltà le avversarie in diverse occasioni, trovando anche il goal del vantaggio al 33′ grazie ad una straordinaria azione di Tortarolo.

L’attaccante genoana, infatti, punisce Elena Serale dopo averla dribblata con estrema freddezza e classe. A pochi minuti dal 45′, inoltre, la traversa nega alla numero dieci del Genoa una clamorosa doppietta che, molto probabilmente, avrebbe assestato il colpo di grazia alle ospiti. Al termine dell’intervallo, però, le piemontesi cambiano marcia, trovando il pareggio con il tap-in vincente di Elisa Ceppari al 53′. Le padroni di casa non ci stanno e provano subito a reagire, sfiorando la rete del 2-1 prima con Giorgia Bettalli, sapientemente pescata da Tortarolo, e, successivamente, da Giada Traverso, fermata solo dall’incrocio dei pali.

La spinta rossoblù, alla fine, da i suoi frutti e al 61′ l’indomabile Giulia Tortarolo mette a segno una doppietta con una rovesciata da manuale su assist di Giada Abate. Il Gambino è in festa grazie alle prodezze della numero dieci genoana, una delle protagoniste indiscusse della stagione del Genoa Women. A volte, però, la sorte decide di rimescolare le carte in tavola. Al 79′, infatti, le piemontesi guadagnano un rigore netto che Gueli Vetri trasforma magistralmente ristabilendo la parità.

Le padroni di casa, dopo ottanta minuti di battaglia in cui avevano meritatamente conquistato il vantaggio, accusano il colpo ma, nonostante la stanchezza, tentano ugualmente di portare a casa il match. Come detto prima, però, la sorte sa essere beffarda e, al 90′, il Pinerolo è abile nello sfruttare una clamorosa occasione da goal, trovando il vantaggio e la vittoria grazie al colpo di testa di Maria Speranza Levis.

Termina dunque 3-2 la sfida al cardiopalma del Gambino, con un Genoa Women beffato allo scadere dopo una prestazione da grande squadra. Nè la sconfitta né la momentanea discesa in classifica potranno infatti cancellare quanto dimostrato dalle rossoblù tanto contro le piemontesi quanto nel corso dell’intera stagione, un percorso straordinario fatto di soddisfazioni, ostacoli superati e grande coraggio. Nell’attesa di scoprire quale sarà il posizionamento finale delle genoane, una cosa è certa: le ragazze di mister Oneto hanno tutte le carte in regola per essere tra le protagoniste del prossimo campionato.

Anacaprese atipico, ho lasciato l’isola alla volta di Udine per seguire i corsi di laurea triennale in Mediazione Culturale. Durante gli anni in Friuli ho avuto modo di conoscere ed amare la cultura slovena inizando a seguire la Prva Liga. Iscritto attualmente al primo anno di Informazione ed Editoria presso l'Università di Genova, coltivo la passione per il giornalismo sportivo ed il calcio, sia femminile sia maschile. Essendo stato, in passato, responsabile della rubrica sportiva presso LiguriaToday, ho avuto la fortuna di assistere dal vivo e raccontare gli incontri di alcune squadre della provincia di Genova. Nutro un forte interesse anche per gli eSports ed ho avuto modo di seguirne i match più importanti, intervistando alcuni dei suoi principali protagonisti.