Le Juventus Women volano in finale di Supercoppa Femminile! Le bianconere cominciano il nuovo anno strappando il pass per la sfida contro il Milan che varrà il trofeo: al termine dei 90 minuti risultato in parità con i gol di Nilden e Clelland, ai rigori poi Peyraud-Magnin respinge l’ultimo penalty di Philtjens e trascina la squadra in finale. Appuntamento, sempre al Benito Stirpe, sabato 8 gennaio alle 14:30.

BOTTA E RISPOSTA
Le squadre partono subito con le idee chiare su cosa fare per provare a mettere in difficoltà l’avversaria. Il Sassuolo resta alto per impedire alla Juve di prendere possesso della partita, le bianconere accettano la sfida e cercano il modo di presentarsi dalle parti di Lemey. La prima a farlo, dopo 5 minuti, è Caruso: inserimento centrale perfetto e conclusione in corsa respinta dal portiere neroverde. Alla prima occasione fa presto seguito il vantaggio. Al 10′ Staskova raccoglie nel cuore dell’area di rigore la respinta di Filangeri, ma sbatte su Lemey. Sulla respinta piomba Nilden che calcia forte con il suo mancino e porta in vantaggio la Juve, segnando il primo gol del 2022 bianconero.

La risposta del Sassuolo, però, è immediata. Clelland recupera palla sulla trequarti, si invola e la piazza all’angolino dove Peyraud-Magnin non può arrivare. Ristabilito l’equilibrio la formazione di Piovani trova coraggio, ma la Juve non si fa mettere in difficoltà, respingendo ogni tentativo avversario e provando a rispondere colpo su colpo. Prima dell’intervallo Girelli ha anche l’occasione di portare avanti la Juve: il retropassaggio di Orsi sorprende Lemey che, in qualche modo, evita al pallone di finire in rete. In zona arriva Girelli, ma la sua ribattuta non trova il pertugio per scrivere il 2-1. Al riposo si va in parità.

EQUILIBRIO E RIGORI
Nel secondo tempo il film del match non cambia. Il Sassuolo ci prova con una certa costanza con conclusioni da fuori, ma la prima grande occasione è bianconera ed è targata Girelli. Splendida giocata della numero 10 che mette a sedere Dongus, e calcia forte dalla distanza: pallone a lato non di molto. Minuto dopo minuto sale la pressione della Juve: al 69′ Lemey impedisce a Staskova di trasformare in oro l’assist di Nilden, tre minuti più tardi Boattin calcia alto dopo una bella azione. Con l’avvicinarsi dei minuti finali, poi, occasioni per Hurtig e Staskova. Il colpo di testa della prima è bloccato dal portiere del Sassuolo, quello della seconda non trova lo specchio della porta. Per decidere chi affronterà il Milan in finale servono i calci di rigore.

Per la Juve la prima a presentarsi è Lisa Boattin, che vede la sua conclusione infrangersi su Lemey. Sponda Sassuolo, Dubcova non sbaglia. Il secondo rigore bianconero è di Gama ed è perfetto, dopo di lei per le neroverdi tocca a Cantore, che colpisce la traversa riequilibrando tutto. Non sbaglia più nessuno (per la Juve in gol nell’ordine Girelli, Bonansea e Pedersen, per il Sassuolo Mihashi e Clelland), poi Peyraud-Magnin sbatte la porta in faccia a Philtjens e porta la Juve in finale.

I COMMENTI POST-GARA
«Oggi è stato necessario avere la meglio ai rigori per andare avanti in questa competizione e l’abbiamo fatto – così Mister Montemurro -. Questi giorni ora saranno importantissimi perché avremo tutta la squadra insieme, potremo ritrovare energia e riavvicinarci ai nostri ritmi»

«Siamo contente di aver ottenuto il pass per la finale contro il Milan, che è una squadra importante e questo lo sappiamoil commento di Sara Gama -. Siamo un gruppo unito e abbiamo grande fiducia l’una nell’altra e questa fiducia ce la trasmette anche il Mister. Abbiamo portato a casa il risultato in condizioni non perfette contro una squadra molto ostica e questo è ottimo. Ieri per me è stato il primo allenamento al completo con la squadra, lavorare un altro paio di giorni per preparare la finale sarà molto utile per trovare la condizione migliore.»

IL TABELLINO
Juventus vs Sassuolo 5 – 4 (d. c. r.)
Semifinale Supercoppa Femminile
Stadio “Benito Stirpe” – Viale Olimpia – Frosinone

Marcatori: 10’ pt Nilden (J), 11’ pt Clelland (S)

Sequenza tiri di rigore: 

Boattin parato – Dubcova gol

Gama gol – Cantore traversa

Girelli gol – Mihashi gol

Bonansea gol – Clelland gol

Pedersen gol – Philtjens parato

Juventus: Peyraud-Magnin, Hyyrynen (41’ st Lundorf), Lenzini, Nilden (27’ st Gama), Caruso, Pedersen, Rosucci (Cap) (27’ st Hurtig), Zamanian (14’ st Boattin), Bonansea, Staskova, Girelli. A disposizione: Aprile, Cernoia, Beccari, Pfattner, Panzeri. Allenatore: Joseph Adrian Montemurro

Sassuolo: Lemey, Philtjens, Mihashi, Filangeri, Orsi (45’ st Iriguchi), Santoro, Parisi (Cap) (25’ st Benoit), Dongus, Dubcova, Clelland, Bugeja (1’ st Cantore). A disposizione: Lauria, Pondini, Brignoli, Ferrato, Dona, Pellinghelli. Allenatore: Gianpiero Piovani

Ammonite: 38’ pt Orsi (S), 20’ st Clelland (S)

Arbitro: Francesco Carrione di Castellammare di Stabia (Assistenti: Giulia Tempestilli di Roma 2, Maicol Ferrari di Rovereto – Quarto ufficiale: Martina Molinaro di Lamezia Terme).

JUVENTUS QUALIFICATA ALLA GARA DI FINALE

Finale di Supercoppa:
Juventus – Milan
Sabato 8 gennaio 2022 ore 14.30
Stadio “Benito Stirpe” – Viale Olimpia – Frosinone

Credit Photo: Juventus Women

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here