La notizia era nell’aria ma l’ufficialità è arrivata solo di recente: i giochi olimpici di Tokyo sono rinviati al 2021 a causa della pandemia di coronavirus. Il rinvio di un anno sembra a prima vista una cosa da nulla, nella carriera di un atleta però (di qualunque disciplina) un anno in più sulla carta d’identità ha il suo peso.

È questo il caso di Miraildes Maciel Mota, conosciuta meglio con il nome di Formiga, asso della nazionale brasiliana. L’anno prossimo l’atleta compirà 43 anni, in una recente dichiarazione però ha sottolineato come non abbandoni il sogno di essere presente sul campo di gioco e disputare così la sua settima olimpiade consecutiva. “Il mio obiettivo è d’essere a Tokyo l’anno prossimo, continuerò ad allenarmi e dedicarmi al calcio come ho sempre fatto pensando che i giochi olimpici saranno quest’anno. Ovviamente si tratta di una cosa che non dipenderà solo da me, però farò di tutto per essere presente e penso di avere buone possibilità.” Queste sono le ultime dichiarazioni rilasciate. La volontà della calciatrice è chiara, l’obiettivo anche: appuntamento al 2021 per battere il record e sfondare il muro della settima partecipazione consecutiva alle Olimpiadi.

Credit Photo: Miraildes Maciel Mota

Avatar
Nasce a Fiorenzuola d’Arda il 1 marzo del 1995. Appassionata del mondo Juve dalla nascita, solo recentemente si è avvicinata all’universo del calcio femminile ma ne è rimasta folgorata. Crede fermamente che sia una realtà ancora poco conosciuta in Italia, ma in rapidissima espansione, ed è entusiasta di far parte del progetto che sta permettendo questa crescita. È laureata in Storia ed è ora impegnata in una magistrale in Scienze Storiche.