Barbara Bonansea è la prima assistita di Carmine Raiola detto Mino nel calcio femminile e il recente cambio di procuratore può aprire la strada a un addio alla Juventus Women?

Fonti certe vedono già la partenza di Barbara, spiegando che l’attaccante bianconera e della Nazionale è da tempo nel mirino del Lione, una destinazione gradita dalla giocatrice; ma è giusto che nel calcio femminile, con l’avvento dei “procuratori” o “speculatori” le ragazze vengano usate come nel mondo maschile?

Giusto o non giusto sono questioni prettamente economiche, si sapeva che con l’introduzione del calcio professionistico ci sarebbero stati dei risvolti di questo tipo, ebbene adesso siamo pronti a pagarne le conseguenze?

Le società Italiane di categoria sono avvisate, da oggi Barbara Bonansea (la prima e non certamente l’ultima) è nelle mani di un procuratore di livello mondiale.

I cosi detti “procuratori” oltre a gestire i contratti degli atleti, curano spesso anche le loro relazioni pubbliche. Alcune grandi agenzie di procuratori, poi, gestiscono tutti i loro aspetti finanziari, come il pagamento delle tasse.

Talvolta, sono i clienti a chiedere agli agenti di orientarli nella vita d’affari, ma anche più in generale. Molto spesso, queste persone hanno una grande conoscenza della legge, che li aiuta nel negoziare i contratti dei loro atleti.

Nel calcio  i procuratori hanno holding che gestiscono un elevato numero di calciatori, e quando un giocatore si trasferisce da una società sportiva ad un’altra, essi rimangono proprietari di una percentuale del cartellino; questo sarà il nostro futuro anche nel mondo femminile?

Le scommesse o partite, da oggi, sono aperte il tutto starà alle società mantenere o meno un suo atleta nelle proprie file oppure lasciarlo partire per nuovi orizzonti (quasi sempre stranieri) in cerca di contratti fatiscenti e sponsorizzazioni di alto livello.

Aimè, staremo a vedere.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.