Il Pordenone Calcio è tra le trenta società prescelte dalla Figc, nell’ambito del settore giovanile scolastico, per il progetto Uefa denominato: “Playmakers”: dove le ragazze tra i 5 e gli 8 anni hanno conosciuto e sviluppato, al centro “Bruno De Marchi”, il gioco del pallone con la narrazione dello staff nero-verde. Tutte le attività, sul campo, sono state  svolte dagli istruttori della Federazione in collaborazione con lo staff del Pordenone.

“Non appena la notizia è stata pubblicata con ufficialità, la risposta e’ stata davvero importante, abbiamo accolto al nostro centro sportivo 30 bambine, felici di mettersi in gioco e volenterose di dare i primi calci al pallone!”

Elena Faggiani, referente del progetto Uefa Playmakers per il Pordenone Calcio Femminile, ha seguito le sessioni di allenamento e continuerà a farlo anche nei prossimi appuntamenti, con la speranza di aumentare ancora di più le presenze.

“Se l’UEFA è riuscita a coinvolgere una multinazionale come  Disney, ci dichiara Elisa Camporese coordinatrice sul campo, per investire alla base del calcio femminile, unendo i propri personaggi, vuol dire che qualcosa è’ veramente e finalmente cambiato!

I primi due appuntamenti sono andati benissimo e le bambine presenti si sono divertite tantissimo.

Ogni progetto ideato e concretizzato dagli organi competenti del calcio sono importanti per promuovere il nostro sport.

Questo, a mia personale memoria, è il primo commercialmente accattivante e penso sia ciò che serva per sdoganare qualche remora che ancora persiste”.

Grazie al nostro Responsabile della Scuola Calcio, Alessandro Zuttion, sempre ricco di idee e creatore di progetti sensibili e mirati, curiamo da anni i rapporti con le scuole, con un progetto chiamato “CLASSE NEROVERDE”, attraverso il quale andiamo a far scoprire il calcio alle bimbe nei doposcuola.

E’ un progetto ormai radicato nel territorio che ci ha permesso di tesserare tante bambine che, non appena raggiunta l’età adeguata, approdano nelle nostre squadre per iniziare il loro nuovo sport.

Paolo Comba, giornalista pubblicista iscritto all' ordine di Torino, ho conseguito il tesserino da Giornalista collaborando da prima con quotidiani on line ( settore calcistico giovanile : “11 giovani.it” e “gioca a calcio.it", in Piemonte) per entrare, successivamente, in redazione a Torino del settimanale cartaceo di “ Sprint&Sport" e Terzo Tempo (settore calcistico dilettantistico Regione e Nazionale - Professionistico – Serie D). Collaboro dal 2018 con RCS Sport per il Giro d' Italia (seguendolo in tutte le tappe) e nel Giro 103 ho collaborato come addetto stampa per quotidiani on line di ciclismo ( bikenews ). Appassionato di Sci alpino e nordico segue gare Mondiali e Coppa del Mondo dal 2000. Credo che il CALCIO FEMMINILE ITALIANO sia un movimento in grande crescita e debba avere le stessa visibilità del mondo “ maschile", pertanto, contribuisco a questo grande obbiettivo.