Seppur un anno da dimenticare, il 2020 ha dato spazio ai grandi talenti mondiali che meritano di essere celebrate. I campionati che sono stati interrotti e conclusi hanno rovinato l’atmosfera, ma non hanno perso l’occasione di dare spettacolo. Nonostante ciò, le assenze da questa speciale classifica sono molte e di grande spessore. Purtroppo per varie vicissitudini non potranno essere presenti Rapinoe (Covid), Morgan (gravidanza), Guagni (infortuni vari), Marta (Covid), Hegerberg (rottura crociato) e Lloyd (Covid). Hanno saltato gran parte della stagione, ma il loro talento rimane innegabile. Quindi vediamo insieme le migliori 30 giocatrici al mondo del 2020.  Al quindicesimo  posto si trova Kosovare Asllani.

Se ne parlava tanto dell’approdo del Real Madrid nel calcio femminile e finalmente questo investimento ha portato i suoi frutti. Le ingenti somme versate dal Perez alla nascita del club hanno catapultato le nuove Merengues subito ai piani alti nazionale. E la punta di diamante della squadra è senza ombra di dubbio l’attaccante svedese. Nelle prima parte di stagione con il Tacòn (poi acquistato dal Real), non si è esaltata più di tanto a causa delle voci che  giravano sulla nuova acquisizione. Molte erano le giocatrici pronte a partire tra cui lei, ma la dirigenza l’ha convinto a restare costruendo il progetto intorno a lei. Dall’inizio della nuova stagione, Asllani è diventata una giocatrice completamente diversa: segna a profusione, corre dappertutto ed è imprescindibile dentro e fuori dal campo. Con lei al comando, il Real Madrid avrà vita facile nel suo cammino.

Le doti di Kosovare Asllani sono anche al servizio della nazionale svedese. Con la selezione giallo blu ha disputato un’Olimpiade, due Mondiali, due Europei e sembra destinata ad essere la protagonista anche del terzo. Gerhardsson non si priverà mai della sua punta, una delle più rappresentative dell’intero Paese. Oltre alle sue doti nel terreno di gioco, vengono apprezzate le sue iniziative per consapevolizzare questo sport a livello globale. Intanto la Svezia ha il pass diretto assicurato per la prossima competizione continentale in Inghilterra e Kosovare Asllani con le sue Blågult non saranno molto malleabili.

Il 2020 di Kosovare Aslanni liofilizato:
Primera Division: 11 goal 20 partite
Copa de la Reina:1 partita
Algarve Cup: 2 partite
Women’s EURO Qualification: 4 partite

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here