L’attaccante maltese Haley Bugeja ha lasciato, dopo due stagioni, il Sassuolo, per approdare negli Stati Uniti, e precisamente nella National Women’s Soccer League, per vestire la maglia dell’Orlando Pride. L’ex neroverde ha voluto però salutare il mondo sassolese con una lunga lettera scritta sul suo profilo Instagram.

Caro Sassuolo,
è incredibilmente difficile scriverti questo messaggio. Ho cercato di scriverlo nella mia testa per settimane, eppure non ho trovo ancora le parole giuste in questo momento. Dopo due anni, incredibilmente belli e caotici, è ora di dirci addio. Gli addii sono una delle cose che odio di più nella mia vita e quindi non è facile. Sto piangendo mentre leggo questo messaggio ad alta voce, mi sento piena di un senso di felicità. E anche se non posso fare a meno di continuare a piangere, continuo a sorridere per tutto il tempo che abbiamo trascorso insieme. Parto lasciando grandi ricordi. Parto lasciando alcune delle migliori relazioni e amicizie che abbia mai avuto e che mai avrò. Parto con una sensazione di soddisfazione guardando i due anni trascorsi insieme, ti ho dato il mio sudore, il mio sangue e le mie lacrime. Mi sei rimasto accanto nei momenti difficili, mi hai incoraggiato in quelli belli. Mi hai dato un’opportunità. due anni fa, una ragazza di sedici anni stava varcando le porte della società per la prima volta, con un cuore pieno di sogni e un’anima piena di speranza. Ora quella ragazza se ne va a diciotto anni essendo maturata in ogni aspetto, o quantomeno mi piacere pensarlo. La fiducia che hai riposto in me non potrà mai essere ripagata. Vorrei ringraziare ogni singola persona del club, dagli allenatori alle giocatrici, fino ai magazzinieri. Gianpiero Piovani, grazie di tutto. È tempo di separarsi, andare avanti e iniziare un nuovo capitolo. Ma una cosa è certa ed è che il Sassuolo avrà sempre un posto speciale nel mio cuore.
Abbiate cura di voi, Haley.
Forza Sasol.

Dear Sassuolo,
It’s incredibly difficult to hold it together whilst i’m writing you this. I’ve been trying to write it down in my head for weeks and yet I still dont have the appropriate words in this moment. After 2 years,2 incredibly beautiful and chaotic years, it’s time to say goodbye. Goodbyes are some of the things i hate most in life and so this really ain’t easy. Tearing up as I read out loud, I get filled with a sense of happiness. And even though I cant help but leave the tears fall down, Im still smiling throughout. I leave with great memories.I  leave with some of the best relationships and friendships ive ever had and will have. I leave with a feeling of satisfaction that in the 2 years we spent together, I gave you my sweat blood & tears. You stuck by me in difficult times, you cheered me on in nice ones. You gave me a platform, an opportunity. Two years ago, a 16 year old girl was walking through the doors for the first time with a heart full of dreams and a soul full of hope and now leaves as an 18 year old who has matured in every aspect, or at least, i would like to think so. The faith you showed in me can never be repayed. From here I would like to thank every single person at the club from the coaches to the players down to the kit managers. Gianpiero Piovani thank you for everything. It’s time to part ways, move on and start a new chapter. But one thing is certain and that is Sassuolo will always have a special place in my heart.
Take care, Haley.
Forza Sasol

Photo Credit: Marco Montrone 

FONTEInstagram
Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha tre esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio, ManerbioWeek e BresciaOggi, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.