Salve a tutti, cambia radicalmente il volto della classifica della nostra serie A dopo la settima giornata di campionato.

La Roma, grazie al successo di misura firmato ancora una volta nel secondo tempo, scaturito dalla forza in più delle giallorosse di questa stagione, ovvero la forza della panchina e il fiuto del goal di Giacinti, stende la resilienza di un ottimo Como e vince ancora per 1-0, conquistando 3 punti preziosissimi per la classifica che la proietta al primo posto assieme a una rivelazione del campionato, ovvero la Fiorentina di mister Panico.

Le viola dopo la sconfitta di Roma, non si fermano più e vincono la loro terza partita consecutiva, ribaltando la  gara con la Doria con un 1-2 a firma di Boquete e Mijatovic che proiettano la formazione ligure assieme a quella capitolina in testa alla classifica, e soprattutto confermano quanto di buono si era visto fino ad ora in questo avvio di stagione, ovvero la Fiorentina che per anni aveva duellato sempre per i primi posti del campionato è decisamente tornata a veleggiare.

L’Inter di mister Guarino contro il Sassuolo perde il primato in classifica, ma non sicuramente il suo potenziale, questo volta possiamo davvero affermare che sia stata una questione di fortuna, perché le milanesi di sponda neroazzurra pareggiano in quel di Reggio Emilia, dopo aver colpito ben tre traverse che, se fossero entrate, avrebbero sicuramente indirizzato la partita in un’altra direzione.

Il Parma per la zona salvezza si suicida contro il Pomigliano, le campane aprofittano delle tante pesanti assenze del Parma sia per quanto riguarda l’infermeria che sotto il profilo di gioco e di identità di squadra che sembra essere già svanita a solo due giornate dalla fine della prima fase, e vengono travolte dalle atlete del Pomigliano che, da vere leonesse, conquistano una vittoria importantissima in chiave salvezza, evidentemente il recente cambio in panchina ha fatto bene e ha modificato nettamente la mentalità delle campane.

Ma la sorpresa dalla settima giornata è stata la vittoria del Milan sulla Juventus, che sicuramente ha rubato la copertina in prima pagina, con la rossonera che ha messo subito in ginocchio la vecchia signora con un perentorio 1-2 a firma della sua stella Asllani, capace di capitalizzare al meglio due errori della retroguardia bianconera. Una gara che, però, non ha lasciato a digiuno di emozioni gli estimatori di queste due formazioni con un finale triller dove la solita Girelli ha siglato anche lei la sua personale doppietta e ha rischiato anche di pareggiare.

Ma Piemonte e socie sono riuscite nell’impresa di battere le bianconere e centrare il quinto posto in classifica a solo 2 punti proprio dalla Juventus che incappa dopo due pareggi anche nella sua prima sconfitta in questo campionato.

A questo punto, tirando le prime somme, possiamo dire che ai primi posti della classifica al momento c’è un trio che viaggia a mille ovvero Roma, Fiorentina e Inter, a scalare viaggia con un leggero ritardo la Juventus mentre il Milan si è davvero rimesso in corsa, più discontinua la Sampdoria, che precede comunque il Pomigliano, che aggancia il Como, in caduta libera invece il Parma e il Sassuolo

Danilo Billi è un giornalista pubblicista da circa 20 anni. Nativo di Bologna, ha mosso i primi passi lavorativi nella città natale nell’ambito sportivo, seguendo dapprima la Fortitudo Baseball e poi la Pallavolo femminile di San Lazzaro di Savena in serie A1. Per gli anni a seguire ha collaborato con la Lega Volley Femminile, prima di approdare a Pesaro, dove è stato capo fotografo per oltre 10 anni dell’ex Scavolini Volley di A1 e redattore a Pesaro, dove attualmente vive, per il Messaggero, il Corriere Adriatico e Pesaro Notizie (web). Si è occupato del Bologna Football Club per diverse stazioni radio emiliane, come Radio Logica e Radio Digitale, dopo di che ha iniziato a scrivere per la fanzine Cronache Bolognesi e ha collaborato con altri siti e app che si occupano, tra l’altro, di calcio femminile, che negli ultimi anni ha rappresentato la maggior parte della suo impegno giornalistico. Ha scritto due libri di narrativa attinenti al calcio Bolognese e al suo tifo e uno lo scorso anno relativo alla stagione del Bologna calcio femminile edito dalla collezione Luca e Lamberto Bertozzi.