Decima giornata di D1 francese e le due big del campionato non sbagliano. Larga vittoria per 4 a 0 dell’Olympique Lione contro il Soyaux. Apre le marcature l’ormai solita Hegerberg, poi Nikita Parris, Marozsan e Amadine Henry chiudono una partita senza storia. 28 punti e primo posto consolidato, con la bellezza di 41 gol segnati e solo 4 subiti. Vince anche il Paris Saint Germain, nonostante il vantaggio iniziale del Reims. Per la neopromossa però non era questa la partita dove trovare punti. Nonostante il buon avvio di gara, nel secondo tempo la superiorità del PSG si è fatta vedere. Al vantaggio iniziale firmato da Naomie Feller nel primo tempo, segue la rimonta parigina nella ripresa. Dudek, Geyoro e Diani ribaltano il risultato e permettono così alla squadra di rimanere in scia con l’OL. PSG si assicura così il secondo posto con 25 punti.

Il terzo posto del podio è occupato dal Bordeaux, vittorioso per 3 a 0 contro il Paris FC. Buon inizio di stagione per la squadra, che duella con il Montpellier per il gradino più basso del podio (Montpellier che giocherà la partita di D1 il 27 novembre, contro IL Guingamp). Vittoria del Dijion contro l’Olympique Marsiglia, che conferma il momento negativo. 1 a 0 finale segnato da Elise Bussaglia al 5′ minuto del primo tempo. Il Marsiglia non è riuscito a tornare in gara nonostante l’espulsione di Cuynet, che lascia in 10 le compagne del Dijion per metà della ripresa. Risultato positivo anche per il Fleury 91, che in 10 minuti segna due reti e mette ko il Metz. Gadéa e Makanza tra il 55 e il 61′ minuto della ripresa permettono la conquista dei 3 punti.

Credit Photo: Pagina Facebook Stade de Reims Féminines

Avatar
Nasce a Fiorenzuola d’Arda il 1 marzo del 1995. Appassionata del mondo Juve dalla nascita, solo recentemente si è avvicinata all’universo del calcio femminile ma ne è rimasta folgorata. Crede fermamente che sia una realtà ancora poco conosciuta in Italia, ma in rapidissima espansione, ed è entusiasta di far parte del progetto che sta permettendo questa crescita. È laureata in Storia ed è ora impegnata in una magistrale in Scienze Storiche.