È tutto pronto a Reims per la sfida Spagna-USA di lunedì 24. “In città anche la pubblicità sui tram parla del mondiale: impossibile che passi inosservato”, racconta Elisa Revuelta, corrispondente spagnola per questa FIFA Women’s World Cup.

Intanto, in vista del match, Torrejón e compagne continuano il loro programma d’allenamento: il prossimo inizierà oggi alle 18:00 ora locale, a esattamente 48 ore dal faccia a faccia con le americane.

Soprattutto, a giudicare dalle parole dell’attaccante Alexia Putellas, sembra che le ragazze de La Roja abbiano l’umore giusto per disputare questi ottavi: “Non vediamo l’ora che i giorni passino perché vogliamo giocare contro la nazionale migliore al mondo: è una grande opportunità e bisogna coglierla. Desideriamo che in questo mondiale femminile le persone parlino di noi”.

Federica Salamino
Classe 1985: troppo presto per veder accolta la sua richiesta di giocare in una squadra di calcio femminile. Così si ritaglia del tempo durante tutti gli intervalli a scuola per tirare due calci al pallone con i suoi compagni maschi. La squadra la troverà ventitré anni dopo e con il numero 6 sulla schiena si occuperà delle retrovie in qualità di difensore centrale. Nel frattempo si laurea in Linguistica Teorica e Applicata, oggi lavora come linguista in una software house. Non dimentica però di voler raccontare a tutti che il sesso non dice quale sport praticherai: decide quindi che il modo migliore è parlarne e sceglie questo progetto come canale privilegiato.