Le leonesse del Bitonto battono il Tiki Taka e sono sul tetto d’Italia. Le neroverdi hanno fatto la più bella prestazione in Serie A mandando al tappeto l‘ex capolista, prendendosi con pieno merito il primo posto in classifica, con un fantastico 7-3. Un regalo di Natale in anticipo, il migliore che si potesse desiderare, quello che il Bitonto femminile ha fatto a sé stesso e a tutta la sua tifoseria.
LA PARTITA: Mister Gianluca Marzuoli conferma il proprio credo tattico schierando l’ormai cinque collaudato composto da Bianca Castagnaro, Diana Santos, Carolina Cenedese, Renatinha e Lucilèia.
L’avvio di gara è tutto del Bitonto, già al 4’ si porta in vantaggio con il gol di Renatinha, che dal centro dell’area si gira vivendo un rimbalzo e poi lascia partire un sinistro che non lascia scampo al portiere avversario.
Il Tiki Taka non accusa il colpo e pochi secondi dopo Deborah Vanin trova il pareggio.
Pareggio che mette subito in ordine le idee al Bitonto, che al 7’ ritrova il vantaggio con Nicoletta Mansueto, chiudendo alla perfezione una diagonale sul secondo palo. Il Bitonto solo pochi secondi dopo sfrutta l’infinita classe della sua stella Luciléia, che batte per la terza volta Duda Suchek mettendo a segno il terzo gol del Bitonto. Al 9’ lo stesso Bitonto fiuta l’odore della preda e da calcio d’angolo, Diana Santos inventa una traiettoria fantascientifica che termina in rete insaccando il quarto gol. Le leonesse sembrano essere un uragano inarrestabile, al 13’ arriva il quinto gol, ancora Mansueto che porta a sei le proprie marcature di giornata, sfruttando un batti e ribatti in area.
Prima dell’intervallo il Tiki Taka tenta di reagire e lo fa con successo con il gol di Brenda De Souza Bettioli.
Le squadre tornano negli spogliatoi sul 7-2.
Nella ripresa Mister Marzuoli ripropone il cinque del primo tempo di gioco. La seconda frazione di gioco segue la scia della prima. Solo sei minuti dopo il fischio di inizio il direttore di gara decreta un calcio di rigore per le neroverdi. Si prepara sul dischetto Lucilèia che spiazza Duda facendo 2-6, incassando inoltre una doppietta personale.
Il Tiki Taka non riesce a fermare l’uragano che è il Bitonto, e si gioca la carta del quinto uomo in movimento.
La retroguardia neroverdi resiste alla grande, e alla prima distrazione nel giro palla veloce, Renatinha è più lesta di tutti a farsi preda del pallone e depositarlo in rete, portando il Bitonto al 2-7.
Poco prima del finale la mette in rete Aida Xhaxho, gol utile solo per le statistiche.
Finisce 3-7 per il Bitonto, che ha fatto una gara pazzesca e dominato da un punto di vista sia tecnico che tattico, una squadra che ha fatto vibrare per quaranta minuti i cento tifosi giunti da Bitonto in Abruzzo per godersi uno spettacolo sportivo di primissimo livello.
Per le leonesse è ora tempo di ricaricare le batterie e prepararsi ad una seconda parte di campionato da protagoniste assolute.

 

TIKITAKA FRANCAVILLA-BITONTO 3-7 (2-5 p.t.)
TIKITAKA FRANCAVILLA: Duda, Vanin, Tampa, Bettioli, M. Pezzolla, Santangelo, Xhaxho, Zinni, Martìn Cortes, Prenna, Ruggieri, Merlenghi. All. Gayardo

BITONTO: Castagnaro, Santos, Cenedese, Renatinha, Lucileia, Nicoletti, C. Pezzolla, Divincenzo, Mansueto, Pernazza, Errico, Tempesta. All. Marzuoli

MARCATRICI: 4’12” p.t. Renatinha (B), 4’40” Vanin (F), 7’18” Mansueto (B), 8’03” Lucileia (B), 11’20” Santos (B), 13’54” Mansueto (B), 16’43” Bettioli (F), 6’18” s.t. rig. Lucileia (B), 6’35” Renatinha (B), 16’40” Xhaxho (F)

AMMONITE: Duda (F)

ARBITRI: Alex Iannuzzi (Roma 1), Angelo Bottini (Roma 1) CRONO: Luca Di Battista (Avezzano)

Appassionata sin da piccola di calcio, grazie ad un profondo amore che mi lega all’AS Roma. Nell’arco degli anni ho cominciato ad amare anche la scrittura, e ad oggi il mio obiettivo è quello di far combaciare queste due passioni, quella per il calcio e quella per la scrittura, diventando giornalista sportiva. Ho conseguito di recente un master per addetto stampa sportivo presso la Sport Business Academy.