La Divisione Calcio a 5 ha stabilito nei giorni scorsi i criteri e le procedure per il completamento degli organici dei Campionati Nazionali della stagione 2023/2024.
Per il completamento dell’organico della Serie A2 Femminile è stato disposto un numero di 48 società. In caso di numero superiore di squadre aventi diritto non si provvederà ad alcun ripescaggio.
In caso di eventuali ripescaggi verranno tenuti conto la media dei punti ottenuta dal rapporto tra il punteggio e le gare disputate al termine della stagione regolare della squadre retrocesse dalla Serie A2 per passare alla differenza tra la media a partita tra reti segnate e reti e subite alla valutazione tra le società perdenti le gare di playoff dai campionati di Serie C.
In questo caso si terrà conto del valore sportivo nelle ultime 5 stagione con 10 punti per ogni campionato di Serie A, 5 in Serie A2 e 3 nei campionati regionali. Per la partecipazione al Campionato Nazionale Under 19 Femminile assegnati 10 punti come per i tornei Under 17, Under 15 ed il riconoscimento a Scuola Calcio a 5. Per l’affiliazione  superiore a 25 anni i punti  saranno 15 che diventano 10 per l’anzianità tra i 20 e i 25 anni, 8 tra gli 11 e i 19, 5 punti tra i 5 e i 10 anni per concludere con 2 tra i 2 e i 4 anni.
Potranno chiedere ripescaggio inoltre le società retrocesse dal campionato di Serie A2 Femminile nella stagione sportiva 2022/2023 e le società perdenti delle gare playoff 
2022/2023 per la promozione al Campionato di Serie A2 oltre alle altre squadre di Serie C non retrocesse.

Bollino rosso per le società che abbiano già beneficiato di “ripescaggio” in tali categorie nelle ultime tre stagioni sportive, le società che abbiano una anzianità di affiliazione inferiore i due anni per passare ai team riconosciuti responsabili nella stagione 2022-2023 dagli Organi di Giustizia Sportiva e con  squalifica del terreno di gioco superiore a mesi 3 e/o 7 giornate e/o penalizzazioni di 2 o più punti in classifica. Tali sanzioni si intendono riferite ai Campionati e Coppa Italia di Serie A, A2 e  Under 19 Femminile. Nella da fare anche per le società considerate rinunciatarie con la prima squadra nella stagione 2022–2023 ad una gara del campionato di appartenenza e con penalizzazioni di 1 o più punti in classifica.