Il Centro Universitario Sportivo Milano Bicocca è una società che si trova nella città di Milano. Il club, oltre ad avere una squadra maschile che fa la Terza Categoria milanese, ha una formazione femminile che giocherà nel Girone A di Promozione Lombardia. Per parlarci del programma in rosa e sulla stagione della squadra bianconera abbiamo raggiunto, coi nostri microfoni, il Direttore Sportivo della Cus Bicocca Francesco Picco.

Francesco cos’è per lei la Cus Bicocca?
«La Cus Bicocca è un luogo in cui è diventata per me una seconda casa».

Quanto è importante il connubio università e sport?
«Rappresenta un connubio molto importante, soprattutto per l’Università Bicocca, che coniuga lo sport e lo studio. Non a caso abbiamo fatto partire il progetto Dual Career: tutti gli atleti di livello nazionale che fanno la nostra università possono accedere a questo programma, e fare un percorso adeguato agli sport di alto livello».

Com’è nato il vostro progetto?
«Il calcio federale maschile e femminile è nato dalla visione del nostro Presidente Giuseppe Calbi che voleva entrate in questo mondo, e ciò l’abbiamo fatto grazie alla disposizione del nostro stadio, il “Bicocca Stadium”, e avendo questa casa abbiamo avuto la possibilità di portare il calcio fuori dalle università».

Quest’anno come è nata la Prima Squadra Femminile?
«Abbiamo un gruppo che è presente da tre anni, alcune delle quali hanno iniziato a giocare a calcio con noi. Abbiamo preso giovani provenienti da formazioni come Pro Sesto e Fiammamonza. La squadra sarà guidata da Davide Piccarreda. Secondo il nostro statuto noi tesseriamo solo le persone che hanno fatto parte dell’Università Bicocca studenti o laureati, in alternativa, come attività promozionale, a coloro che sono in quarta e quinta del liceo e si devono iscrivere all’università».

Cosa puntate in questa stagione?
«Prima consolidiamoci, poi cercheremo di diventare competitivi».

Che impressioni ha sul Girone A di Promozione?
«Ci sono delle squadre molto attrezzate come il Lecco, ma noi siamo concentrati sul nostro progetto e a fare bene».

Cosa ha notato nel calcio femminile milanese?
«Lo vedo in forte crescita, con tante giocatrici e tante ragazzine che hanno più voglia e fame a giocare a pallone».

Quali sono gli obiettivi che vorrebbe realizzare in futuro con la Cus Bicocca Femminile?
«Speriamo di poter dire la nostra anche in Promozione, ma ciò deve avvenire tramite il lavoro e le competenze delle persone».

La Redazione di Calcio Femminile Italiano ringrazia la Cus Bicocca e Francesco Picco per la disponibilità.

Photo Credit: Cus Bicocca

Nato il 12 luglio del 1988 a Cremona, Elia ha sempre avuto una grande passione per il mondo del giornalismo, in particolar modo a quello sportivo. Ha due esperienze lavorative in questo settore, IamCalcio e ManerbioWeek, un workshop con l'emittente televisiva Sportitalia, e uno stage curricolare con il Giornale di Brescia. Si avvicina al calcio femminile nel 2013 grazie ai risultati e al percorso del Brescia CF e da allora ha cominciato ad occuparsi anche del movimento in rosa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here